I dati del Libro Blu tra gettito fiscale e comportamento degli utenti

I dati del Libro Blu tra gettito fiscale e comportamento degli utenti

Nei dati del report di Adm si legge che il peso erariale è tutto sulle spalle del gioco online.

Un monitoraggio costante, soprattutto nei mesi di chiusura del comparto fisico, su tutta la filiera del gioco italiano. È questo il lavoro fatto da Adm e reso noto nella nuova pubblicazione del Libro Blu 2020, un report che ogni anno riesce a dare una fotografia del settore, tracciando linee di sviluppo, sottolineando i punti di forza ed evidenziando i punti critici.

Il Libro Blu è un faro per tutto il settore – fanno sapere da InfoCasino – che permette a tutti gli esperti e responsabili del settore di capire dove migliorare e dove continuare a crescere. In un’ottica di collaborazione tra diverse entità: autorità nazionali, regolatori statali, Comitato per la Prevenzione e Repressione del Gioco Illegale (CoPReGI)”.

Quello che si legge nel report è soprattutto una fotografia dello stato di salute economico del settore giochi: le entrate erariali si aggirano intorno ai 7,24 miliardi di euro, con un risultato del 2020 che è diminuito del 36,27% rispetto al 2019.

Un trend connesso inevitabilmente alla riduzione del gioco fisico durante il lockdown e allo spegnimento degli apparecchi AWP e VLT, che rappresentano le categorie di gioco che contribuiscono maggiormente al gettito.

Durante il periodo di chiusura forzata il mondo del gambling ha dovuto reinventarsi – sottolinea InfoCasino – cercando di veicolare sempre di più verso la dimensione online del gioco”.

L’ammontare della Raccolta nel 2020 è, infatti, superiore del 20,28 per cento rispetto al dato atteso sulla base dell’osservazione degli anni precedenti. “È necessario considerare, inoltre, le recenti modifiche della regolamentazione del settore degli apparecchi da intrattenimento – spiegano durante la presentazione del Libro Blu – per cui l’Agenzia ha fornito un supporto tecnico agli organi competenti: con la legge di bilancio 2019 è stato infatti determinato un aumento del prelievo erariale e una riduzione della percentuale delle somme giocate destinata alle vincite. Tali cambiamenti hanno ancor di più incentivato la migrazione verso il gioco a distanza”.

È stato il gioco online, infatti, ad aver trainato un settore che è sempre stato un motore per l’intera economia italiana. Per questo bisogna continuare a investire sui punti messi in luce dal Libro Blu: maggiore sicurezza, maggiore trasparenza, maggiore responsabilità. Solo così si potranno tutelare gli interessi di tutti: aziende, consumatori, legislatori. E per colpire definitivamente, una volta per tutte, il gioco illegale.

Credit: Infocasino.it – Informazioni sui casino online ADM

DONA ORA E GRAZIE PER IL TUO SOSTEGNO: ANCHE 1 EURO PUÒ FARE LA DIFFERENZA PER UN GIORNALISMO INDIPENDENTE E DEONTOLOGICAMENTE SANO

Gli Scomunicati è una testata giornalistica fondata nel 2006 dalla giornalista Emilia Urso Anfuso, totalmente autofinanziata. Non riceve proventi pubblici e non ha mai ricevuto finanziamenti privati fino al Marzo del 2023.

Lascia un commento

Your email address will not be published.