USA: Trump attacca l’OMS: “E’ filo-cinese”

USA: Trump attacca l’OMS: “E’ filo-cinese”

Di Angela Frazzetta

Il presidente statunitense Donald Trump ha annunciato,  durante il briefing quotidiano presso la Casa Bianca, che i dati attuali suggeriscono che la nazione ha superato il picco dei casi di coronavirus e che oggi svelera’ le “direttive” per “riaprire” l’economia americana.

La sua dichiarazione: “Riapriremo alcuni Stati prima di altri e penso che alcuni Stati possano davvero riaprire prima del primo maggio“.

Dopodichè ha nuovamente attaccato l’Oms, colpevole – a suo parere – di aver fatto “un orribile, tragico errore” nella gestione della pandemia di coronavirus “o che “forse sapevano cosa stesse succedendo. Hanno trattato gli Usa molto male a favore della Cina”.

Ieri Trump ha sospeso i finanziamenti in attesa dall’esito dell’inchiesta Usa sulla risposta dell’agenzia Onu al coronavirus e ha anche reso noto che la Food and drug administration (Fda) ha autorizzato 48 test per il coronavirus, compreso uno sugli anticorpi  sviluppato dalla Abbott, e che accerterà se una persona sia stata contagiata in precedenza e abbia sviluppato l’immunità.

La Fda, ha aggiunto il presidente USA, sta lavorando con 300 società e laboratori per allargare la capacità di fare test nelle prossime settimane.Infine, Trump ha minacciato di usare la sua “autorità costituzionale”  al fine di sospendere formalmente le due camere del Congresso – attualmente in pausa e sino a inizio maggio – in modo da poter procedere con le nomine della sua amministrazione, alcune delle quali – ha sottolineato – sono legate all’emergenza coronavirus. Il tycoon si e’ lamentato che molte delle persone da lui nominate attendono troppo a lungo la conferma.

Lascia un commento

Your email address will not be published.