Natale 2021: 8 consumatori su 10 sono propensi a ricevere un regalo ricondizionato

Di Giacomo Beretta

Secondo un recente sondaggio americano l’84% dei consumatori sarebbe ben disposto a ricevere un regalo ricondizionato in occasione delle festività. Il trend è confermato da numerose testate internazionali da cui emerge, soprattutto, la predisposizione verso i dispositivi tecnologici rigenerati. “Stiamo assistendo a una crescita esponenziale della domanda di dispositivi ricondizionati tra le fasce di consumatori più giovani, questo Natale più che mai: ciò testimonia la crescente consapevolezza delle nuove generazioni verso l’ambiente”, afferma Gianmaria Monteleone, Founder & CEO di SENSO. 

Un Natale senza regali non sarà mai un vero Natale”: con queste parole la scrittrice statunitense Louisa May Alcott definiva l’appuntamento più atteso da grandi e piccini che, mai come quest’anno, sarà caratterizzato dal trend dei “refurbished Christmas gift”, ovvero i regali ricondizionatiprodotti a marchio originale con condizioni estetiche e funzionali pari al nuovo. Stando a una serie di ricerche condotte sulle principali testate internazionali del settore da Espresso Communication per SENSOmarchio leader italiano nel settore dei prodotti ricondizionati, i consumatori sono sempre più propensi ad acquistare questa tipologia di regali, tra i quali spiccano i tech device rigenerati. Le prime conferme in merito giungono da un recente sondaggio di Wakefield Research riportato da Chain Store Age, secondo il quale il 62% degli intervistati sta valutando l’acquisto di dispositivi elettronici ricondizionati e l’84% è ben disposto a ricevere regali rigenerati durante le festività natalizie. Inoltre il 47% dei partecipanti al sondaggio ha già regalato un prodotto rigenerato (+15% rispetto al 2020). Il dato si dimostra in crescita anche per la categoria Millennials, con il 64% degli intervistati che ha già effettuato un acquisto ricondizionato nel corso dell’anno corrente (+16% rispetto a un anno fa). E ancora, due partecipanti su tre pensano che fare un regalo ricondizionato a Natale sia anche una forma di shopping sostenibile. Ma non è tutto, infatti, stando a quanto indicato da Cnet, autorevole portale specializzato in tecnologia, il 40% dei consumatori coinvolti in una survey dichiara di voler acquistare almeno un regalo di seconda mano in vista delle festività. Il trend dei refurbished Christmas gift risulta, quindi, in grande ascesa, considerando anche il fatto che già un anno fa la tendenza risultava piuttosto diffusa: secondo Circular Online l’80% dei britannici, in occasione dello scorso Natale, era felice di acquistare refurbished gift” e, la medesima percentuale di persone aveva preso in considerazione l’acquisto di un tech device ricondizionato per una persona cara.

Restando in tema tech, tra i refurbished Christmas gift più gettonati non mancano gli smartphone rigeneratiTech Advisor li mette in primo piano con un approfondimento ad hoc dove protagoniste sono le offerte e una serie di indicazioni utili al loro acquisto: i dispositivi risultano alla portata dei singoli acquirenti dal punto di vista economico e, allo stesso tempo, sono disponibili in una serie di tipologie e versioni diverse tra loro.Sulla stessa lunghezza d’onda, emergono i consigli e i feedback dei professionisti di SENSO, azienda italiana di riferimento nel settore degli iPhone ricondizionati, nonché uno dei primi investimenti di YouniteStars, società specializzata nella creazione ed acquisizione di business e-commerce ad alto potenziale di crescita. “Stiamo assistendo a una crescita esponenziale della domanda di prodotti ricondizionati tra le fasce di consumatori più giovani, soprattutto questo Natale – afferma Gianmaria Monteleone, giovane imprenditore oltre che founder e CEO di SENSO e di Younitestars – Ciò testimonia la crescente consapevolezza delle nuove generazioni verso l’ambiente. In quanto azienda che vanta decine di migliaia di clienti in tutta Europa, attraverso lo sviluppo di particolari processi di ricondizionamento e tecnologie proprietarie dirompenti, vogliamo portare la bandiera italiana nella competizione mondiale di settore.Grazie ad unasana ossessione per la qualità, alla passione per i dettagli e all’arte italiana della lavorazione tecnica, ogni giorno realizziamo dispositivi con un impatto positivo nei confronti dell’ambiente. A proposito di eccellenze italiane green: di recente abbiamo siglato una partnership con Treedom per piantare in modo certificato un nuovo albero al giorno e, per Natale, abbiamo permesso a tutti i clienti che effettuano un acquisto sul nostro sito, di donare gratuitamente un albero anche ai propri cari.”

Tecnologia e sostenibilitàsostenibilità e tecnologia: due binari che s’incontrano anche a Natale grazie proprio all’acquisto di dispositivi rigenerati. Oltre alla partnership e all’attenzione di Senso nei confronti della tematica, arrivano ulteriori punti d’incontro a questo proposito grazie ad alcuni approfondimenti internazionali come quello realizzato da Euronews. Secondo il portale d’informazione, i tech device ricondizionati, in ottica Christmas giftssono un’ottima scelta a livello di circular economy sia in termini di esborso economico da parte dei singoli clienti, sia in termini di materiale impiegato per la realizzazione del prodotto. I dispositivi rigenerati, infatti, vengono realizzati utilizzando esclusivamente i componenti della versione originale. Un ulteriore esempio di economia circolare e, di conseguenza, prettamente green è fornito dalla Fox: secondo la nota stazione televisiva americanal’acquisto di dispositivi tecnologici rigenerati sarà, infatti, estremamente utile in vista delle feste, soprattutto, per via della scarsità di prodotti all’interno dei diversi punti vendita. Per concludere, ecco un approfondimento di Good to Know interamente dedicato all’idea del Natale sostenibile, in cui viene dato ampio spazio ai refurbished gift e, di conseguenza, anche alla tecnologia ricondizionata.

DONA ORA E GRAZIE PER IL TUO SOSTEGNO: ANCHE 1 EURO PUÒ FARE LA DIFFERENZA PER UN GIORNALISMO INDIPENDENTE E DEONTOLOGICAMENTE SANO

Gli Scomunicati è una testata giornalistica fondata nel 2006 dalla giornalista Emilia Urso Anfuso, totalmente autofinanziata. Non riceve proventi pubblici e non ha mai ricevuto finanziamenti privati fino al Marzo del 2023.

Lascia un commento

Your email address will not be published.