Le possibili conseguenze della sovrappopolazione mondiale

Le possibili conseguenze della sovrappopolazione mondiale

Oggi siamo più di 7,6 miliardi di esseri umani sulla Terra (ultima revisione delle Nazioni Unite, nel suo rapporto di giugno 2017). Secondo le ultime proiezioni, entro il 2050 saremo 9,5 miliardi. Queste previsioni possono essere spiegate con l’esplosione demografica nei Paesi emergenti e l’allungamento della durata della vita nei paesi sviluppati.

Sovraffollamento globale e approvvigionamento idrico

L’acqua è la risorsa più preziosa sulla Terra: la sovrappopolazione globale potrebbe portare a conflitti generalizzati legati all’oro blu. Gli scontri esistono già, poiché l’acqua è una delle principali cause di tensioni in Medio Oriente. Un conflitto idrico globale avrebbe quindi conseguenze disastrose. Attualmente, 80 Paesi mancano di acqua e una persona su cinque non ha accesso all’acqua pulita. Esistono soluzioni per ovviare a questa carenza, come la dissalazione dell’acqua di mare, che è ancora costosa.

Sovraffollamento globale e cibo

Attualmente, i Paesi più sviluppati hanno risorse sufficienti per nutrire l’intera popolazione del pianeta. Tuttavia, non tutte le persone sul pianeta mangiano con la necessaria soddisfazione, poiché il cibo è distribuito in modo non uniforme. Una delle conseguenze della sovrappopolazione globale sarebbe quella di aggravare queste disuguaglianze, causando carestie.

Sovrappopolazione e inquinamento globale

L’inquinamento del Pianeta non è direttamente collegato alla sovrappopolazione globale. I Paesi più sviluppati sono i più inquinanti, ma anche quelli con i tassi di natalità più bassi. Un americano inquina 91 volte più di un residente del Bangladesh. Tuttavia, se la crescita dei Paesi emergenti continua a salire e se i Paesi sviluppati non limitano l’inquinamento che generano, la sovrappopolazione globale avrà una disastrosa conseguenza sull’ambiente del nostro Pianeta.

Lascia un commento

Your email address will not be published.