Caso Regeni – Carmelo Miceli (PD): “Navi all’ Egitto non è un affare commerciale ma rapporto politico”

Caso Regeni – Carmelo Miceli (PD): “Navi all’ Egitto non è un affare commerciale ma rapporto politico”

Di Maria Luisa Chioda

Vendita navi a Egitto, “questa commessa non è solo un affare commerciale, dietro la fornitura di armamenti c’è un reciproco affidamento di carattere politico e geopolitico che può essere d’aiuto alla ricerca di verità su Giulio Regeni”.

Lo ha detto Carmelo Miceli, responsabile nazionale PD per le politiche della sicurezza a 24Mattino di Simone Spetia e Maria Latella su Radio 24. “E’ inaccettabile la vulgata che vuole che con questa commessa si paga il silenzio su Regeni, considerare questo rapporto commerciale con Egitto come una mancetta per l’acquisto del silenzio è scorretta”.

Miceli spiega “In questo momento non possiamo perdere un posizionamento geopolitico in Egitto, l’Italia ha perduto il suo ruolo di riferimento in Tripolitania a vantaggio della Turchia e la nostra relazione con l’Egitto può essere il viatico per una ricollocazione dell’Italia tra i Paesi che contano in ottica pacifista”. Miceli conclude a Radio 24 “mi associo al coro di chi pretende verità e collaborazione dall’Egitto su Regeni e sulla vicenda Zaki”.

L’audio delle dichiarazioni rilasciate da Carmelo Miceli

Lascia un commento

Your email address will not be published.