Sei nella sezione Scienza   -> Categoria:  Medicina  
Diabete, obesità e stitichezza: ecco le vere epidemie di cui non si parla

Diabete, obesità e stitichezza: ecco le vere epidemie di cui non si parla
Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 20/06/2011 15:51:52

 

Sapevate che in Italia ogni anno per curare la stitichezza si spendono 200milioni di euro? Ed il dato è relativo solo ai prodotti venduti in farmacia. A questa cifra, di tutto rispetto, tocca aggiungere i soldi spesi per soluzioni diverse, come integratori, yogurth e varie.

23 miliardi invece, sono l'enorme cifra spesa in Italia, sempre ogni anno, per curare o meglio, tentare di curare l'obesità, patologia sempre più diffusa anche fra i giovani.

Un'altra patologia molto diffusa, è il diabete. Ogni anno vengono colpite milioni di persone in età adulta e l'incidenza di nuovi casi su pazienti in età infantile è drammaticamente in aumento. Anche per questa patologia i soldi spesi annualmente sono parecchi. Ma nessuno ne parla.

Si preferisce infatti, parlare di altre cose. Come le "pandemie" degli ultimi anni. O come le pseudo patologie come il Colesterolo, che di fatto, da campanello di allarme di altre patologie, è stato fatto diventare a tutti gli effetti una patologia in se.

Numeri. Cifre. Denaro. Business.

Le case farmaceutiche, notoriamente hanno come clientela persone malate. Toglietevi dalla testa che l'obiettivo di queste imprese multi miliardarie sia la conquista del benessere. Pensate forse che possano essere interessati a perdere un bacino di utenza come ad esempio quello dei diabetici e tagliare di colpo incassi miliardari come quelli appena citati?

La stitichezza è una di queste patologie. Miete vittime per lo più fra le donne. Ed i prodotti farmaceutici in vendita sono sempre più numerosi. Stress, vita sedentaria, cattiva alimentazione. Questi i motivi più diffusi. A meno che non si soffra di stitichezza per altre peggiori patologie o per l'assunsione di farmaci che creano come effetto colaterale il mancato appuntamento con la toilette.

Se pensate appunto che alla base della stitichezza c'è per lo più uno stile di vita da rivedere, è palese che nessuno ha a cuore di proporre campagne informative a livello nazionale, per sensibilizzare la gente verso stili di vita più salutari che contribuirebbero ad abbassare la spesa sanitaria dedicata a questo disturbo.

Ed anche per ciò che riguarda il diabete, molto di potrebbe fare se la cittadinanza venisse sensibilizzata verso comportamenti e stili di vita che produrrebbero meno persone obese e meno ammalati di diabete.

Se ciò non accade è per una sola ragione: business farmaceutico. Più malati=più guadagni. Aberrante nella sua assoluta verità.

Nessuna campagna di sensibilizzazione verso comportamenti migliorativi di stati patologici che richiedono cure costanti nel tempo. Nessuno che dal Ministero della Salute proponga progetti per insegnare alla gente a stare meglio e ad assumere meno medicine.

L'assunsione di medicine è divenuto uno stile di vita quotidiano. Ci hanno messo in testa che dobbiamo eliminare immediatamente ogni dolore ed ogni fastidio che il nostro organismo in verità ci invia per allertarci su una qualche reale patologia.

La febbre, ad esempio. In molti casi è solo il segnale che qualcosa nell'organismo non va. Ma ci affrettiamo tutti ad assumere la nostra dose di antipiretici per combattere non più la patologia che questa febbre ci comunica, ma l afebbre che in realtà è solo un segnale fra altri.

Un dolore ai giorni nostri va immediatamente controllato con gli analgesici, togliendo a noi ed al nostro medico di fiducia, la possibilità d interpretare quel dolore che potrebbe essere fonte di vere patologie in atto.

E spendiamo fiumi di denaro per abbassare un parametro come il Colesterolo, che è e rimane un altro campanello di allarme di altre eventuali possibili malattie.

Insomma: siamo un mondo di malati immaginari. Ma nessuno ci avverte, perchè hanno tutto il ritorno a farci pensare che dobbiamo abbattere qualsiasi cosa sia del tutto...Naturale.

Così, ci ammaliamo di malattie create a tavolino, con la sola soddisfazione di pensare di esserci persino riusciti.

Tornare ad ascoltare il nostro corpo ed i suoi segnali è fondamentale per la salute di tutti. E parlare ampiamente di quelle patologie che hanno l'aria di una vera epidemia, non farebbe che migliorare e di molto le condizioni di salute di parecchie persone, oltre a diminuire i costi pubblici che queste patologie creano.

Contro l'abuso delle case farmaceutiche che trovano nelle Masse inconsapevoli la sorgente dei loro affari, molto si può fare. Innanzitutto, instaurando un buon rapporto col proprio medico di fiducia che potrà sicuramente indirizzarci meglio verso un miglioramento globale delle nostre condizioni fisiche. A patto però, che egli stesso non sia una vittima. Delle case farmaceutiche e del business che gli ruota intorno.

 


L'articolo ha ricevuto 13088 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 04/05/2016 07:47:27

Sei iscritto su Facebook, Twetter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

LUDOPATIA: denunciamo lo Stato!

Oggi, dopo le sconcertanti reazioni di molti cittadini ai danni della dipendenza da gioco CREATA DALLO STATO e' giunto il momento di MUOVERSI: lo Stato ora deve PAGARE i danni che ha generato in milioni di famiglie.



Data:26/07/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Medicina

Autore: Roberta Mochi - Redazione Scientifica
Data: 28/04/2016 10:36:03
ASL ROMA 1, Open Day dedicato alla salute delle donne all 'Ospedale Santo Spirito

Tra le iniziative “rosa” ricordiamo anche quella nata dalla collaborazione tra la ASL Roma 1 e l’Istituto Nazionale per la Promozione della Salute delle Popolazioni Migranti e per il Contrasto delle Malattie delle Povertà (INMP), che ha dato vita al “Punto di acceso screening migranti”.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Scientifica
Data: 30/04/2016 09:50:26
MSF consegna quasi 400.000 firme per chiedere a Pfizer e GSK di ridurre il prezzo dei vaccini

“Milioni di neonati e bambini in tutto il mondo sono lasciati senza alcuna difesa contro la polmonite perché Pfizer e GSK impongono prezzi talmente alti per il vaccino che molti governi e organizzazioni umanitarie non sono in grado di acquistarlo”

Leggi l'articolo

Autore: Marco Parotti - Redazione Scientifica
Data: 27/04/2016 08:42:22
Medicina della Riproduzione: le indicazioni emerse dal primo convegno internazionale

«Occorre incentivare il dialogo tra ginecologi e centri specializzati: tempo, informazione, genetica ed endometriosi i temi di confronto», afferma il centro per la fertilità ProCrea, organizzatore della due giorni di Lugano

Leggi l'articolo

Autore: Roberta Mochi - Redazione Scientifica
Data: 24/04/2016 10:22:17
Roma: ASL Roma1, 'Chiedi, conosci, previeni' - settimana della prevenzione dedicata alla donna

Sette giorni a tinte rosa dedicati alla prevenzione. Anche la ASL Roma 1 partecipa alla prima edizione della “Giornata nazionale della salute della donna” istituita dal Ministero della Salute e all’Open Week organizzato da ONDA (Osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna)

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - Plurisettimanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax)