Sei nella sezione Il Direttore   -> Categoria:  Opinioni  
Società e Politica: la realtà fra le urla

Società e Politica: la realtà fra le urla
Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 13/04/2011 14:14:10

 

 

 

Non sono né di parte né di contro parte. Per me la Politica è morta da che sono morti personaggi come Almirante o Berlinguer. Non è che all'epoca casini non ce ne fossero e c'erano pure gli inciuci e le cospirazioni. E pure le vessazioni ai danni del Paese. Ma la dignità, bhè, quella si cercava di mantenerla. Sia per quanto riguardasse i personaggi politici sia per ciò che si tentava di dare – come immagine – al Paese.

 

Oggi, è calato l'ultimo velo della dignità, della tolleranza, delle buone maniere. Nessuno più sa dare contenuto a queste parole che via via sono scivolate come in un contenitore di spazzatura per le cose inutili, inservibili, addirittura retrogade. Come se la dignità facesse rima con futuro o attualità. Non c'entra un beneamato tubo, ma se ti azzardi a tirar fuori termini del genere, come minimo ti tacciano di mummia dell'altro secolo. Non si capisce perchè, ma è così.

 

Ora che ogni velo è caduto, forse rimpiangiamo i tempi in cui i veli coprivano lo sporco. Perchè non è detto che il sapere tutto di tutti ad ogni costo, stia facendo bene. Né alla nazione né ai personaggi che la dovrebbero rappresentare. Diciamo che, in alcuni casi, in passato si facevano esattamente le stesse cose di oggi, ma ci si copriva di qualche coperta al fine di riparare se stessi e chi guardava. Meglio, a mio parere e non per spirito di ipocrisia, dal momento che tutto questo Outing, non mi sembra generare cose buone. Per nessuno.

 

Ritengo personalmente che, fra il celare tutto e lo svelare troppo, come sempre si sarebbe dovuta trovare quella famosa via di mezzo che a quanto pare non è troppo cara agli Esseri Umani, che pure poi si lamentano di troppo parlare, straparlare e sapere. Oggi siamo in grado di sapere tutto ciò che accade in una camera da letto di qualcun'altro, ma non sappiamo nulla di ciò che accade realmente nel nostro territorio: un inutile spreco di informazioni, una energia che potrebbe essere utilizzata molto meglio. Invece, così come capita con la diatriba annosa delle energie – rinnovabili o meno – ecco che le energie nazionali vengono utilizzate solo per cose vaque, superficiali, inutili a tutti.

 

Mano a mano, questa tendenza odiosa, è entrata come un virus nel DNA di ognuno, intrappolando le persone di ogni ceto  in un costante delirio di ricerca delle false informazioni e conducendo tutti all'oblio profondo di una realtà di cui ormai si è perso ogni confine.

 

Le parole, usate senza riserbo e senza controllo, hanno fatto si che troppe verità siano state camuffate da altre verità, a seconda dell'interlocutore o del momento. Fatto sta che, se provaste a fare un piccolo test su un certo numero di persone, chiedendo ad esempio cosa stia accadendo politicamente attualmente nel nostro Paese, vi sentireste dare le risposte più assurde, contorte e mancanti di logica che possiate mmaginare. Perchè assurda, contorta ed illogica è la situazione.

 

L'attacco verbale è divenuto l'uso comune di una Società che, per non ascoltare, urla. Dalle platee mediatiche, questo male ha contagiato la Società civile, che urla a squarciagola contro qualcuno di completamente sordo. Un esempio è, l'esser passati dalle manifestazioni di piazza alle rocambolesce arrampicate su tetti e gazometri allo scopo e con la speranza d'esser visti o almeno notati. La conseguente risposta, siamo tutti spettatori, è un bel vuoto. Un nulla liquido e limaccioso. Urlare, così come arrampicarsi, invece di far notare una situazione macroscopica la copre del tutto, la oscura. E più passa il tempo meno il cittadino comune trova strade e soluzioni per riappropsiarsi di un dialogo diretto con le Istituzioni che da troppo tempo sono particolarmente distratte, forse dai troppi impicci, scandali e brogli di cui è colpevole.

 

Ora c'è da dire: avevate mai assistito in Italia ad una così pesante mancanza di contenuti politici? Avevate mai sentito contrabbandare la parola Amore con una sorta di delirio che porta alcuni persino ad avere attacchi di mania di persecuzione? Avevate mai assistito ad una compromissione totale del senso di appartenenza ad una ideologia di Destra di Centro o di Sinistra? Non credo. Perchè mai come ora, si era vissuto in una era ove tutto è il contrario di tutto e dove persino ogni dichiarazione fatta viene prontamente compromessa da contro dichiarazioni. E' il caos, quel caos in cui tutto può albergare. Persino la follia.

 

Dopo l'analisi, vorrei poter offrire soluzioni. E non trovo altro da consigliare se non restare ben vigili e verificare di volta in volta ciò che viene detto urlando e poi ancora ciò che viene contraddetto, dalle stesse persone e nelle stesse situazioni. "Dimenticare" anche una sola frase detta e di notevole importanza per tutti, può fare la differenza e portare tutti al massacro generato da un mondo che vuole solo amalgamare tutto e tutti, creando una enorme bolla piena d'aria che può però scoppiare da un momento all'altro, senza alcun tipo di preavviso.

 

Solide basi devono sempre costituire le fondamenta dell'esistenza umana in ogni suo ambito. Perchè se essa si fonda sulle parole mancanti di fatti, ecco che possiamo svegliarci un giorno in preda ad un delirio senza controllo. Peggiore del peggiore Tzunami mai verificatosi.

 

L'Intelligenza: è quella cosa che tutti dobbiamo alimentare in noi stessi ed è la stessa cosa di cui la società è carente oggigiorno. Ciò cge permetterebbe e permetterà a tutti, di comprendere. Oltre le urla. Oltre le righe. O meglio: fra le righe, di verità sempre troppo spacciate per reali e mai pregne di verità. Salviamoci, siamo ancora in tempo

 

 


L'articolo ha ricevuto 5896 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 25/10/2014 20:32:21

Sei iscritto su Facebook, Twetter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

LUDOPATIA: denunciamo lo Stato!

Oggi, dopo le sconcertanti reazioni di molti cittadini ai danni della dipendenza da gioco CREATA DALLO STATO e' giunto il momento di MUOVERSI: lo Stato ora deve PAGARE i danni che ha generato in milioni di famiglie.



Data:26/07/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Opinioni

Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 27/07/2013 20:08:46
Non esistono piu' i Colpi di Stato di una volta...

Chi oggi come oggi realizzerebbe nel nostro Paese un Colpo di Stato? E’ una domanda che mi è stata posta spesso negli ultimi tempi, sia da lettori che da colleghi e conoscenti. La mia risposta – ogni volta – è stata la stessa: “Lo Stato. Attraverso il Governo”

Leggi l'articolo

Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 30/05/2013 20:02:34
M5S: Grillo vittima di se stesso. E dei grillini…Io credo che Grillo ormai è vittima di se stesso, dell’idea di un Movimento che non può funzionare perché nulla di dissimile ha mostrato al Paese. Ed è vittima dei suoi stessi “cittadini” parlamentari, che lo hanno tratto in inganno, contraddicendo subito un sogno che oggi non appartiene a nessuno perché nessuno ha avuto la capacità di metterlo in atto.
Leggi l'articolo

Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 17/12/2012 17:24:24
Italia: ci vorrebbe un 'dittatore'. Svedese...E’ meglio essere i primi fra i peggiori o gli ultimi fra i migliori? In pratica, la sostanza non cambia, anche se a prima vista la seconda opzione potrebbe far pensare ad un livello di positività, anche se al ribasso. L’Italia in qualsiasi classifica, sia essa relativa agli stipendi europei, al livello di sistema sanitario, a quello riferito alla scolarizzazione e tutto ciò che globalmente crea il sistema Paese, è sempre matematicamente nella classifica peggiore.
Leggi l'articolo

Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 24/10/2012 13:37:32
Elsa Fornero ed i giovani 'choosy'. Ma c'è anche chi scrive 'Grazie Fornero'...In un articolo di opinione apparso oggi su panorama.it, Marco Ventura, i sostiene senza alcun dubbio la versione Fornero sulla poca adattabilità dei giovani al primo lavoro. Lo fa con un’ enfasi tale che gli fa dimenticare altre realtà, altre possibili visioni dello stesso problema. Avere una visione monolitica di un problema complesso, non fa onore a nessuno. Né alla Fornero, né a chiunque sostenga a spada tratta qualsiasi azione o pensiero mancante di possibili alternative visioni prismatiche.
Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - Plurisettimanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax)