Sei nella sezione Cultura   -> Categoria:  Arti figurative  
Caravaggio: intervista all'esperto di fama mondiale, Maurizio Marini

Caravaggio: intervista all'esperto di fama mondiale, Maurizio Marini
Autore: Fabrizio Federici - Redazione Cultura
Data: 14/07/2010 11:19:39

 
(Caravaggio: "La sepoltura di Cristo")
 
" Senza nulla eccepire sulla serietà dei ricercatori che han lavorato a quest'indagine, è francamente azzardato affermare che i resti ossei trovati, fra tanti, nell' ossario della cripta presso l'attuale cimitero di Porto Ercole, e precedentemente sepolti nell'antico cimitero di San Sebastiano, appartengano, con una probabilità dell'85%, a Michelangelo Merisi da Caravaggio. Per il semplice motivo che, non avendo avuto Caravaggio figli, né essendoci stati- per quanto sappiamo -discendenti diretti dei suoi fratelli, Caterina e Giovanbattista ( che era un prete cattolico), qualsiasi confronto, pur accurato e scientificamente corretto, tra il DNA delle ossa di Porto Ercole e quello di presunti discendenti del pittore ( come i tanti Merisi o Merisio che vivon tuttora a Caravaggio e dintorni ) non può avere che un valore molto approssimativo.
 
Per cui eviterei i soliti trionfalismi massmediatici, col prevedibile contorno di dispute campanilistico-politiche sulla definitiva tumulazione dei resti, tra Milano ( città dove il Merisi, come ormai definitivamente provato anche dal certificato di battesimo trovato nel 2007 nella parrocchia di S.Stefano in Brolo, nacque il 29 settembre 1571)  e Caravaggio, paese della sua famiglia. Anche perché le povere ossa del Caravaggio, dovunque si trovino, dopo una vita così travagliata probabilmente non chiedono altro che riposare in pace".
 
Sui risultati – largamente pubblicizzati negli ultimi giorni dalla stampa  – dell'indagine interdisciplinare ( con ricorso anche al test del carbonio 14) voluta dal Comitato Nazionale per la Valorizzazione dei Beni Storico-Culturali e Ambientali, presieduto da Silvano Vinceti, e  svolta dall'equipe guidata da Giorgio Gropponi, docente  del Dipartimento per la Conservazione dei Beni Culturali dell'Università di Bologna, è scettico Maurizio Marini, tra i massimi specialisti mondiali del Caravaggio, docente emerito di storia dell' Arte alla "Sapienza" di Roma, e autore, negli anni '70, del primo "corpus" filologico delle opere del Merisi, ora in via di ripubblicazione. 
 
Con altri studiosi, come Maurizio Calvesi e la scomparsa Mia Cinotti, Marini fa parte d'un  gruppo di "caravaggisti" più giovani, non strettamente collegati alla scuola del mitico  Roberto Longhi ( il critico che nel 1913, a soli ventitrè anni, con un approfondito saggio avviava la riscoperta del grande pittore lombardo, a lungo ingiustamente emarginato dalla critica classica e romantica ). Insieme al celebre  Sir Denis Mahon,  consulente artistico di Buckingham Palace, Maurizio Marini nel 2006 è stasto determinante per la definitiva attribuzione al Merisi della tela "Vocazione dei Santi Pietro e Andrea", dal '600 presente nella collezione artistica di Hampton Court.
 
E nel 2002 ha promosso la realizzazione, a Porto Ercole, d'un monumento a Caravaggio, dopo il ritrovamento d'un atto ( già apparso negli anni '50 e poi smarrito) che dimostra definitivamente la scomparsa del Merisi, il 18 luglio 1610,  non in rocambolesche circostanze  sulla spiaggia della Feniglia ( come spesso sostenuto dai suoi principali biografi), ma più tranquillamente, per malattia,  nell' ospedale cittadino di S.Maria Ausiliatrice ( oggi un semplice appartamento privato nel centro storico di Porto Ercole).
 
Marini è intervenuto parlando come relatore a un  incontro sulla vita e le opere del Caravaggio nel 400mo anniversario della morte ( luglio 1610-.luglio 2010), organizzato a Cori, cittadina laziale ricca di resti archeologici, dall'associazione culturale "Il Sole", che ha un fitto programma  di iniziative per la valorizzazione dei beni culturali e ambientali. L'incontro è stato coordinato da Fabrizio Federici,giornalista  responsabile della redazione Cultura de "Gli scomunicati", funzionario della Sovrintendenza al Polo Museale Romano.
 
" Ci è sembrato giusto aprire il nostro programma con un incontro sul Caravaggio quattrocento anni dopo – spiega Mariolina Di Rienzo, presidente dell' associazione – trattandosi d'un artista non  solo attualissimo, ma per il quale ( come per Leonardo da Vinci, ad esempio )sono possibili  diverse chiavi di lettura, tutte singolari e affascinanti. Con questa nuova associazione vogliamo portare il nostro "granello di sabbia" alla rinascita, specie fra i giovani, dell'amore per l'arte, la cultura, la ricerca seria e disinteressata.In un mondo sempre più oppresso da quella che non esitiamo a definire la melassa massmediatica".

L'articolo ha ricevuto 20724 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 25/07/2014 15:27:09

Sei iscritto su Facebook, Twetter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cosìè uno Stato sdenza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz


Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

LUDOPATIA: denunciamo lo Stato!

Oggi, dopo le sconcertanti reazioni di molti cittadini ai danni della dipendenza da gioco CREATA DALLO STATO e' giunto il momento di MUOVERSI: lo Stato ora deve PAGARE i danni che ha generato in milioni di famiglie.



Data:26/07/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Arti figurative

Autore: Giulia Perconti - Redazione Cultura
Data: 19/07/2014 18:18:12
 Siria: splendore e dramma

"Se il paradiso e' qui sulla terra, esso per certo si trova a Damasco, ma se non puo' stare altrove che in cielo, in bellezza Damasco lo sfida quaggiu'". E' cosi' che, nel 1200, il poeta arabo IbnGiubayr descriveva Damasco. E aveva ragione: la capitale della Siria era davvero la citta' da Mille e una notte. Oggi di quella bellezza rimane poco. La Siria si e' trasformata nel palcoscenico dello spettacolo piu' grande: la guerra. E' da tre anni che i siriani vivono nell'orrore di un conflitto assurdo,

Leggi l'articolo

Autore: susanna.schivardi
Data: 16/06/2014 09:43:16
'Game Over' ! - Dal 12 Giugno al 31 Luglio  la personale di Stefano Gentile

Le tele di Stefano Gentile sono icone pop al contrario, rispetto a quello che era il progetto di Andy Warhol. Qui la storia si fa protagonista riemergendo dall'appiattimento a cui i mezzi di comunicazione la condannano. Con la reiterazione dell'immagine il senso della storia si svuota e diventa mero racconto a cui ci si assuefà troppo facilmente.

Leggi l'articolo

Autore: Giusi Alessio - Zetema Cultura
Data: 13/06/2014 22:33:26
SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA

A due anni dall'ingresso dei Musei Capitolini nel Google Art Project, il Sistema Musei Civici di Roma Capitale Assessorato alla Cultura, Creativita' e Promozione Artistica - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali (gestione servizi museali di Zetema Progetto Cultura) aderisce con 14 nuove sedi museali alla piattaforma sviluppata dal Google Cultural Institute per promuovere la conoscenza dei piu' importanti musei del mondo: Google Art Project.

Leggi l'articolo

Autore: Gabriele.Santoro - Capo Redattore
Data: 12/06/2014 12:06:34
Google Art Project, l'arte in alta definizione a portata di click

L'arte in altissima risoluzione a portata di click, 14 musei civici romani si aggiungono ai musei Capitolini nell'ampio bacino di Google Art Project, 63 mila opere per un archivio virtuale di alto prestigio ed altissima risoluzione con i suoi 7 miliardi di pixel

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - Plurisettimanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax)