Sei nella sezione Cultura   -> Categoria:  Satira  
Festa delle donne = Magno gaudio degli uomini.

Festa delle donne = Magno gaudio degli uomini.
Autore: Davide
Data: 08/03/2010 13:48:59


Si continuerà ad odiare tutti quelli che si hanno attorno e che ci fregano il posto auto come di consueto.

Normalità  insomma fino a pranzo a parte l'eventuale gesto ruffiano di qualche capoufficio che fa trovare a tutte le sue dipendenti il mazzetto di mimose sulla scrivania.

Arriva ora di pranzo e come ogni anno al telefono le donne si organizzano. Programmano l'uscita serale. Non ci sono pargoli che tengano. In alcuni casi la prole  viene abbandonata sugli scalini freddi di una chiesa o messa nella ruota di un convento.

E noi ometti? Siamo li in attesa di notizie. Speranzosi.

"Stasera esco con le amiche"

Eccola arrivata l'agognata comunicazione.

Parte allora la contro serata.

Mentre loro, le donne, spenderanno l'equivalente di mezzo stipendio tra ristorante con relative molestie ai camerieri, sbornie da scaricatori di porto liguri e tour dei locali stracolmi di escort maschi, a noi ometti rimane quello che da tempo non potevamo piu' fare. Finalmente una serata tutta per noi. In questo senso la festa delle donne rende felici tutti. Ma proprio tutti. Anche gli uomini

Si va dal fumoso pokerino in salotto sul tavolino buono organizzato con gli ex compagni di liceo, alla partita su maxischermo e se non c'e' la Champions si rivede la finale dei mondiali registrata su DVD.

Alcuni partono per una veloce capatina a Parigi approfittando della notte brava della moglie. Alcuni da Parigi non tornano neanche più.

Mentre le casalinghe si riuniscono per parlare dell'ultima puntata del grande fratello, noi si potrà finalmente dedicarci alla lettura di Baudelaire con musica classica in sottofondo.

Ai più giovani maschi il ruolo di pappagallo. Sguinzagliati per le vie della città tenteranno di tenere a bada una massa cos¨¬ enorme di donne da non sapere dove guardare prima in realtà con l'unico risultato di essere presi per i fondelli fino a notte tarda.

Con buona pace di tutti fino al 9 Marzo quando tutti si ritorna al proprio ruolo. Gli uomini in cucina, a stirare i panni ed a lavare i piatti. Le donne pronte al lavoro che si fa con un unico dito.

Come è noto esistono tre tipologie di lavoro.

Quelle che si fanno con dieci dita: i lavori manuali e faticosi.

Quelle che si fanno con tre dita: si tiene la penna tra indice, medio e pollice. I lavori di concetto.

Quelli che si fanno con un dito: quando in modo imperativo si ordina cosa fare. Questo è il ruolo che tocca alle donne da un po' ormai.

Ad Maiora.

L'articolo ha ricevuto 6930 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 30/10/2014 14:59:26

Sei iscritto su Facebook, Twetter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

LUDOPATIA: denunciamo lo Stato!

Oggi, dopo le sconcertanti reazioni di molti cittadini ai danni della dipendenza da gioco CREATA DALLO STATO e' giunto il momento di MUOVERSI: lo Stato ora deve PAGARE i danni che ha generato in milioni di famiglie.



Data:26/07/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Satira

Autore: Luca Nasetti - Redazione Cultura
Data: 25/01/2014 22:57:06
Auditorium, Festival delle Scienze: i linguaggi. Storia semiseria della nascita di una 'frase'

Parla come mangi. Detto ormai in disuso e sdoganato, da oggi si deve dire “parla come pensi”. Luoghi comuni popolari invero, il cui significato è noto ai più (non a tutti, perché molti sempre più spesso si dimenticano di usare il filtro posto alla base del cervello e danno sfogo a pensieri non proprio politically correct).

Leggi l'articolo

Autore: Davide
Data: 22/04/2013 11:38:49
Condominio ItaliaI soliti zerbini davanti alle porte. Le solite gomme americane attaccate sugli scalini dell'androne. Le solite sigarette buttate nelle aiole. Le solite targhette unte e bisunte dell'ascensore. "MPS. Manutenzione Pianteante Sollevattrici. Ditta responsabile della manutenzione. Max carico 130 kili. Max 4 persone."
Leggi l'articolo

Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 08/04/2013 20:31:50
Ingroia l ' errante: dalla Rivoluzione alla RiscossioneIngroia ha anche un’altra peculiarità che certamente verrà studiata scientificamente nei decenni a venire: quella di sapere rimbalzare plasticamente, proprio come una pallina di gomma. Lo prendi, lo sbatti lì, lui rimbalza, torna indietro, risbatte – random (…) – da un’altra parte. Lo prendono e tentano di tirarlo da un’altro lato (Aosta).
Leggi l'articolo

Autore: Davide
Data: 05/04/2013 18:21:38
Crisi di Governo: una soluzione...stupefacente

Bersani ha di nascosto sostituito in privato il suo sigarone con una E-sigarette con ricarica dalla ricetta segreta dal nome Jamaica Sweet. Ecco la spiegazione al suo tentativo malgrado l'evidenza a tentare ancora di presentarsi come il futuro presidente del consiglio. Grasso cerca di limitare i danni imponendo limiti sul consumo alla Buvette che non potrà più vendere le cartine lunghe.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - Plurisettimanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax)