Sei nella sezione Scienza   -> Categoria:  Medicina  
Ketamina e GHB: sogni inietttai di benzina.

Ketamina e GHB: sogni inietttai di benzina.
Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 30/10/2009 15:01:34

 

 

La diffusione delle sostanze stupefacenti è cosa nota. Talmente nota che viene da chiedersi cosa ci sia da "scoprire" ogni qual volta viene dichiarato un arresto e qualche fermo a piccoli spacciatori di quartiere.

 

L'utilizzo di droghe di vario genere infatti, non avviene in oscuri ed ignoti ambienti, bensì – con sempre maggior evidenza – in locali di ritrovo pubblico come discoteche, ristoranti e persino in alcuni casi, sul posto di lavoro.

 

La droga viene usata da diverse tipologie di persone: il convincimento che chi la assume ha problematiche sociali e storie di emarginazione, oggi non trova riscontro. Si droga l'operaio come l'impiegato, così come il manager o lo studente.

 

L'età è variabile e quella della prima assunzione sta calando vertiginosamente: i dati riportati dai Centri di Igiene Mentale dislocati sul territorio nazionale, confermano questa tendenza. A 13 anni, molti sono già dipendenti e soffrono di varie tipologie di sindromi psicotiche legate all'assunzione di droghe di vario genere.

 

Oggi ci si droga per divertimento. Per noia. Per aggregazione. Per stimolo. Per aumentare le proprie performance.
 
Alcuni per sognare. Un mondo diverso, una società meno perversa. Linea di confine fra la razionalità ed il desiderio disperato di non vedere e non sentire cose che fanno troppo male.
 
L'immagine del tossico disperato agli angoli delle strade è fondamentalmente un ricordo nella percezione stessa che l'opinione pubblica conserva del mondo della droga.

 

A cosa si deve la diffusione su larga scala di droghe di varia natura? Sicuramente ad un abbassamento del costo finale per alcune, come la cocaina. Ma anche alla produzione di cocktail di sostanze chimiche di basso costo. Di elevato hanno solo i terribili effetti secondari.

 

Ecco quindi entrare a pieno titolo fra le sostanze assunte per ottenere effetti "sballanti", componenti che in realtà nascono per usi completamente diversi ma che, scoperti a volte per caso da utilizzatori e spacciatori, divengono addirittura un trend, la droga del momento.

 

Gli ambienti di maggior diffusione sono e restano le discoteche, un tempo punto di ritrovo e socializzazione, oggi "tane dell'orco" dove giovani donne trovano sempre più spesso una serie illimitata di possibilità di subire violenze sessuali ed abusi. Se un tempo erano locali da ballo, oggi sono locali da sballo. Una esse di troppo che minaccia la dignità e la salute umana.

 

Un esempio per tutti sono la Ketamina ed il GHB, acronimo di Gamma-idrossibutirrato.

 

Nel primo caso, ci troviamo di fronte ad un anestetico utilizzato sia per gli esseri umani che per gli animali. A basse dosi si è scoperto avere effetti di dissociazione psichica motivo per cui è entrata a pieno titolo fra le sostanze più utilizzate del momento nelle discoteche e nei Rave.

 

Il basso costo e probabilmente la facilità di reperimento hanno facilitato la distribuzione su larga scala di questo anestetico.

 

Bisogna considerare che oltre ad essere utilizzata per scopi impropri, ad oggi la Ketamina non rientra fra gli elementi chimici approvati dalla Food and Drug Administration che non ne consente l'utilizzo. Eppure, viene comunemente utilizzata persino nella chirurgia pediatrica pur non conoscendo a fondo gli eventuali effetti collaterali che se ne possono trarre.

 

Oltre agli effetti secondari ancora in fase di studio, c'è da aggiungere che tale sostanza è assolutamente sconsigliata in persone affette da diabete o da patologie cardiache: sia nell'utilizzo come sostanza stupefacente sia nell'utilizzo come anestetico, viene da chiedersi fino a che punto l'umanità si proietta in una sorta di salto nel vuoto dove in ogni caso il prodotto dell'azione sarà sempre ed inequivocabilmente terribile. E' come se, sentimenti come paura e controllo, non facessero più parte del sistema di raziocinio umano.

 

La seconda sostanza, il GHB o Gamma-idrossibutirrato in forma chimica fu sintetizzato all'inizio degli anni '60 ma è una sostanza presente normalmente nell'organismo umano e più esattamente nel sistema nervoso centrale.

 

La forma chimica viene normalmente utilizzata in Europa per la cura dell'alcolismo e della narcolessia.

 

Nel corso degli anni ha trovato larga diffusione fra persone dedite all'uso di droghe, in special modo negli Stati Uniti che immisero questa sostanza fra le sostanze stupefacenti solo agli inizi del 2000.

 

Fra gli effetti collaterali riportati fra gli utilizzatori, si registrano un senso di generale benessere, una maggiore capacità a socializzare ma anche – ed ecco perché viene chiamata a volte la "droga dello stupro" - un aumentato desiderio sessuale in entrambi i sessi, la mancanza di inibizioni ed un prolungato periodo di erezione negli uomini.

 

In Italia uno dei primi casi di stupro con utilizzo di GHB viene registrato nel 2005 quando a Perugia una ragazza fu stuprata all'uscita della discoteca da un gruppo di uomini: il giorno dopo, non riuscì a ricordare nulla dell'accaduto, altro effetto collaterale del GHB.

 

Insomma: la società attuale vive di immagini e riflessi. Ed opera contraddizioni beffarde. Se da un lato l'immagine umana assume contorni che debbono rientrare nella piena efficienza, salute e benessere, dall'altro incredibilmente la stessa umanità si lancia senza alcun tipo di cautela alla scoperta di sostanze di cui nemmeno gli scienziati conoscono le effettive peculiarità.

 

Forse esiste un senso di potere assoluto su se stessi oppure una sfida fra la vita e la morte che fa risorgere sentimenti umani piallati dal nulla esistenziale. Sta di fatto che diviene sempre più difficile arginare il dilagare del consumo di sostanze atte a generare quello "sballo" di cui si sta sentendo troppo la necessità.

 

Se il Sistema sorreggesse i propri figli conducendoli per mano nel percorso della Vita, forse ogni forma di distacco dalla realtà apparirebbe inutile. Ma è un'utopia come troppe.

 

...Più semplice ingollare qualsiasi cosa che faccia sentire meno soli, più potenti, migliori. Per pochi attimi, che si pagano il triplo quando l'effetto svanisce insieme alla certezza della propria illimitata incapacità di esistere.


L'articolo ha ricevuto 18887 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 18/04/2014 23:16:54

Sei iscritto su Facebook, Twetter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cosìè uno Stato sdenza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz


Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

LUDOPATIA: denunciamo lo Stato!

Oggi, dopo le sconcertanti reazioni di molti cittadini ai danni della dipendenza da gioco CREATA DALLO STATO e' giunto il momento di MUOVERSI: lo Stato ora deve PAGARE i danni che ha generato in milioni di famiglie.



Data:26/07/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Medicina

Autore: Luca De Rossi - Redazione Scientifica
Data: 07/10/2013 15:24:56
Nobel per la Medicina: a Rothman, Schekman e Sudhofper per gli studi sul sistema di trasporto cellul

E' stato assegnato agli americani Janes Rothman, Randy Schekman e al tedesco Thomas Südhof Il Nobel per la Medicina La motivazione è insita nelle  loro scoperte sulle modalità di «controllo estremamente precisocon cui le cellule organizzano il sistema di trasporto e distribuzione del proprio carico

Leggi l'articolo

Autore: Emanuele La Fonte - Redazione
Data: 13/09/2013 15:33:45
Metodo Stamina: il no della Commissione Scientifica Ministeriale. E' polemica

Il comitato scientifico, nominato dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin per valutare il metodo Stamina, ha espresso parere negativo sull’opportunità di iniziare la sperimentazione clinica.

Leggi l'articolo

Autore: Max Murro - Redazione Scienza
Data: 26/08/2013 10:59:52
Indice di Massa Corporea: non e' un criterio esatto per determinare lo stato di salute

Per i ricercatori della Pennsylvania University  non tiene conto del genere e delle differenze di razza tra le persone e non riflette accuratamente la proporzione tra muscoli e tessuto grasso nel corpo.

Leggi l'articolo

Autore: Maria Sole De Maio
Data: 15/08/2013 10:31:31
I viaggi della coscienza. Le visioni pre morte spiegate scientificamente

 Utilizzando un elettroencefalogramma i ricercatori hanno analizzato le attività cerebrali di nove ratti anestetizzati e sottoposti ad arresto cardiaco indotto sperimentalmente. Entro i primi 30 secondi dopo l'arresto cardiaco, in cui il cuore smette di battere e il sangue smette di fluire verso il cervello, in tutti i ratti è stata riscontrata un'attività cerebrale con una diffusa sovratensione, caratteristica associata a un cervello altamente eccitato e dalla percezione cosciente.

 
Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - Plurisettimanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax)