Sei nella sezione Scienza   -> Categoria:  Medicina  
Epilessia

Epilessia
Autore: Fabrizio Federici - Redazione Cultura
Data: 08/05/2009 16:43:35

Secondo un accurato sondaggio svolto recentemente dalla LICE, Lega Italiana Contro l' Epilessia ( nata, nel 1955, appunto per contribuire alla cura e all'inserimento nella società dei pazienti epilettici ), la grande maggioranza  degli italiani oggi sa che cos'è  questa malattia. Più della metà, però, non ne conosce minimamente i dettagli; mentre il 28% degli intervistati ritiene l'epilessia inguaribile, e una larga parte pensa che, in ogni caso, essa pregiudichi fortemente la possibilità di lavorare, fare  sport e guidare veicoli. A nutrire più pregiudizi sono soprattutto le donne, specie  nel Sud, terra di forti credenze popolari ( ancora il 6% degli italiani, in complesso, addirittura ritiene l'epilessia frutto d'una possessione diabolica!).

Oggi  circa 500.000 italiani soffrono di epilessia: "ma soprattutto dei pregiudizi che la riguardano", sottolinea  ancora la LICE nel manifesto dell' VIII "Giornata Nazionale per l' Epilessia", svoltasi ultimamente in tutta Italia con una serie di manifestazioni, volte a sensibilizzare l'opinione pubblica dando soprattutto informazioni corrette sull' argomento. A Trieste, Bari , S. Giovanni Rotondo e S. Pietro Vernotico ( Brindisi),  s' è tenuta la terza maratona organizzata dalla LICE. Mentre domenica prossima, 10 maggio, si terrà anche a Roma, con partenza da Villa  Doria Pamphili alle 10,00, e l'amichevole partecipazione di Salvatore Antibo, vincitore degli Europei dei 5.000 e 10.000 metri, medaglia d'argento a Seul, epilettico ( Antibo non è che uno degli ultimi membri d'una lista di "malati illustri"  di questo male che, secondo fonti autorevoli, include personaggi non certo… inattivi,  come  Carlo V, Pietro il Grande, il "volitivo" Vittorio Alfieri e persino Giulio Cesare e il suo idolo Alessandro Magno).      

"A Roma – precisa Roberto De Simone, coordinatore della LICE per il Lazio – si è svolto inoltre, con grande successo, il concerto "Libertango", presso la "Casa Argentina" di Via Veneto ( Istituto di cultura argentino a Roma che organizza regolarmente corsi di lingua spagnola, tango,ecc..., N.d.R.)". Organizzato da De Simone e dalla psicologa e  psicoterapeuta Cristiana Prada, "Libertango" ( già titolo d'un disco del grande Astor Piazzolla), richiama subito l'idea della libertà da costrizioni ( fisiche, politiche, economiche,ecc…) e rigidi schematismi. "Un titolo – precisa De Simone – che abbiamo scelto non solo per il richiamo alle musiche di Piazzolla, ma appunto come emblema della libertà nel ballo ( il tango notoriamente è una danza che, pur con le sue regole,  lascia molta libertà e creatività ai ballerini, secondo una precisa scuola anche filosofica). Mentre la scelta d'organizzarlo alla Casa Argentina ci è venuta da Hugo Aisenberg, il  pianista di fama internazionale ( che ha suonato appunto in "Libertango" ) tra i fondatori dell'Associazione culturale "Astor Piazzolla" , centro archivio e documentazione". Argentino di Buenos Aires, già docente di pianoforte principale al Conservatorio "Rossini" di Pesaro, Aisenberg da decenni si dedica allo studio della musica popolare latino-americana. Nel 1987, ha creato il gruppo strumentale "Novitango", vòlto alla diffusione del tango nel mondo: che recentemente, è stato incluso dal Governo fra gli  "Ambasciatori" della Cultura italiana all' Estero. 


L'articolo ha ricevuto 8646 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 25/04/2014 00:56:27

Sei iscritto su Facebook, Twetter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cosìè uno Stato sdenza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz


Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

LUDOPATIA: denunciamo lo Stato!

Oggi, dopo le sconcertanti reazioni di molti cittadini ai danni della dipendenza da gioco CREATA DALLO STATO e' giunto il momento di MUOVERSI: lo Stato ora deve PAGARE i danni che ha generato in milioni di famiglie.



Data:26/07/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Medicina

Autore: Apokalipse Brooks - Redazione Scientifica
Data: 23/04/2014 17:00:43
Cambio di stagione e stanchezza: un video spiega cosa fare

Stanchezza, tristezza, pesantezza, svogliatezza...sono i sintomi del cambio di stagione: inq uesto video Rai motivi e soluzioni

Leggi l'articolo

Autore: Apokalipse Brooks - Redazione Scientifica e Tecnol
Data: 22/04/2014 16:38:13
Einstein: il suo cervello e la storia dell'Uomo che glielo rubo'...

Einstein non voleva che il suo cervello o il suo corpo venissero ceduto al mondo scientifico al fine di essere studiato ; non voleva essere adorato e temeva di divenire una specie di patologia umana post mortem: pensate quanti milioni di ricercatori sarebbero ancor oggi interessati a studiare la struttura cerebrale di Eintein..."Lui aveva lasciato istruzioni specifiche riguardanti i suoi resti : li cremare , e disperdere le ceneri in segreto al fine di scoraggiare idolatri ", scrive Brian Burrell nel suo libro del 2005 , Cartoline dal Museo del cervello .

Leggi l'articolo

Autore: Luca De Rossi - Redazione Scientifica
Data: 07/10/2013 15:24:56
Nobel per la Medicina: a Rothman, Schekman e Sudhofper per gli studi sul sistema di trasporto cellul

E' stato assegnato agli americani Janes Rothman, Randy Schekman e al tedesco Thomas Südhof Il Nobel per la Medicina La motivazione è insita nelle  loro scoperte sulle modalità di «controllo estremamente precisocon cui le cellule organizzano il sistema di trasporto e distribuzione del proprio carico

Leggi l'articolo

Autore: Emanuele La Fonte - Redazione
Data: 13/09/2013 15:33:45
Metodo Stamina: il no della Commissione Scientifica Ministeriale. E' polemica

Il comitato scientifico, nominato dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin per valutare il metodo Stamina, ha espresso parere negativo sull’opportunità di iniziare la sperimentazione clinica.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - Plurisettimanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax)