Sei nella sezione Cultura   -> Categoria:  Arti figurative  
Berlino 06: memorie quotidiane

Berlino 06: memorie quotidiane
Autore: Fabiana Magrì
Data: 23/01/2008 18:17:53

 

"BERLINO 06: MEMORIE QUOTIDIANE"

Un'installazione fotografica di Giuliano Pastori 

dal 25 Gennaio all'8 Febbraio 2008 

Giovedì 24 gennaio 2008 alle ore 18.30, in occasione della Giornata della Memoria, la Casa della Memoria e della Storia, l'Associazione Nazionale Ex Deportati Politici nei Campi Nazisti (ANED) e il Centro di Cultura Ebraica invitano all'inaugurazione della mostra "Berlino 06: Memorie Quotidiane", un'installazione fotografica di Giuliano Pastori da un progetto espositivo e culturale ideato e curato da Susanna Horvatovičova, con il patrocinio del Goethe-Institut Italien

"Berlino 06: Memorie Quotidiane" evoca suggestioni e ricordi della Berlino contemporanea, immerge lo spettatore in una "dimensione altra", descrive le inesprimibili sensazioni che suscitano i quartieri berlinesi.

Giuliano Pastori, artista romano, ricostruisce la propria visione dei luoghi storici della capitale tedesca attraverso un'installazione ambientale, composta da fotografie a colori e plastiche dipinte. Non si tratta di una semplice trascrizione di un viaggio ma piuttosto di una rivisitazione personale - dal punto di vista di un giovane che si sente prima di tutto cittadino europeo, testimone di cambiamenti che si rifletteno nell'urbanistica della città, fruitore di una memoria vissuta nel quotidiano - del difficile superamento della guerra e della Shoah.  

Pastori si sofferma sui luoghi della memoria postbellici, riprende il Museo Ebraico costruito da Daniel Libeskind nel 1998 nel quartiere di Kreuzberg, il Monumento agli ebrei d'Europa assassinati di Peter Eisenman inaugurato nel 2005 lungo la Hannah-Arendt-Strasse e la Ebertstrasse, la cupola del Reichstag ricostruita da Norman Foster che accoglie oggi il Presidente e il Consiglio dei Ministri; il Muro di Berlino...  

L'installazione ambientale riporta una mappa ed un itinerario di Berlino ideata e vissuta dall'artista. Le fotografie accentuano il dinamismo dei paesaggi metropolitani che si riflettono sulle facciate traslucide berlinesi, creando punti di fuga sulle vetrate specchianti degli edifici ipermoderni, deviando lo sguardo su vecchi cartelloni pubblicitari e sul riflesso dell'immagine dell'autore. Allo stesso tempo, Pastori si sofferma a lungo sulle memorie storiche inscritte nella città, come il Muro di Berlino, ricordo della non lontana divisione della Germania. I resti della cortina di cemento appaiono come un "non luogo", emblema dell'incomunicabilità sorta durante la Guerra Fredda, mentre il Museo Ebraico si apre sulla città come una ferita ancora non del tutto rimarginata, testimonianza di un passato recente che non vuole nascondere ma piuttosto esprimere un'esperienza dolorosa. Immagini di vetrate diafane si alternano così con le spesse pareti di cemento e segnano il passaggio epocale di un paese europeo in continua crescita. 

Con questa mostra la Casa della Memoria e della Storia conferma la propria attenzione alle nuove generazioni e ai diversi linguaggi con i quali raccontare, conoscere e condividere la storia del '900.

Ingresso libero 

Info

Casa della Memoria e della Storia

da lunedì a sabato 10 – 18, domenica chiuso

Via San Francesco di Sales, 5 (Trastevere) – Roma

Tel. 06 6876543, www.casadellamemoria.culturaroma.it 


L'articolo ha ricevuto 9933 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 24/07/2014 10:06:49

Sei iscritto su Facebook, Twetter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cosìè uno Stato sdenza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz


Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

LUDOPATIA: denunciamo lo Stato!

Oggi, dopo le sconcertanti reazioni di molti cittadini ai danni della dipendenza da gioco CREATA DALLO STATO e' giunto il momento di MUOVERSI: lo Stato ora deve PAGARE i danni che ha generato in milioni di famiglie.



Data:26/07/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Arti figurative

Autore: Giulia Perconti - Redazione Cultura
Data: 19/07/2014 18:18:12
 Siria: splendore e dramma

"Se il paradiso e' qui sulla terra, esso per certo si trova a Damasco, ma se non puo' stare altrove che in cielo, in bellezza Damasco lo sfida quaggiu'". E' cosi' che, nel 1200, il poeta arabo IbnGiubayr descriveva Damasco. E aveva ragione: la capitale della Siria era davvero la citta' da Mille e una notte. Oggi di quella bellezza rimane poco. La Siria si e' trasformata nel palcoscenico dello spettacolo piu' grande: la guerra. E' da tre anni che i siriani vivono nell'orrore di un conflitto assurdo,

Leggi l'articolo

Autore: susanna.schivardi
Data: 16/06/2014 09:43:16
'Game Over' ! - Dal 12 Giugno al 31 Luglio  la personale di Stefano Gentile

Le tele di Stefano Gentile sono icone pop al contrario, rispetto a quello che era il progetto di Andy Warhol. Qui la storia si fa protagonista riemergendo dall'appiattimento a cui i mezzi di comunicazione la condannano. Con la reiterazione dell'immagine il senso della storia si svuota e diventa mero racconto a cui ci si assuefà troppo facilmente.

Leggi l'articolo

Autore: Giusi Alessio - Zetema Cultura
Data: 13/06/2014 22:33:26
SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA

A due anni dall'ingresso dei Musei Capitolini nel Google Art Project, il Sistema Musei Civici di Roma Capitale Assessorato alla Cultura, Creativita' e Promozione Artistica - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali (gestione servizi museali di Zetema Progetto Cultura) aderisce con 14 nuove sedi museali alla piattaforma sviluppata dal Google Cultural Institute per promuovere la conoscenza dei piu' importanti musei del mondo: Google Art Project.

Leggi l'articolo

Autore: Gabriele.Santoro - Capo Redattore
Data: 12/06/2014 12:06:34
Google Art Project, l'arte in alta definizione a portata di click

L'arte in altissima risoluzione a portata di click, 14 musei civici romani si aggiungono ai musei Capitolini nell'ampio bacino di Google Art Project, 63 mila opere per un archivio virtuale di alto prestigio ed altissima risoluzione con i suoi 7 miliardi di pixel

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - Plurisettimanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax)