Sei nella sezione Battaglie Sociali -> categoria: Diritti Civili       
Sciopero fiscale per abbattere il sistema: il progetto di Luigi Tenderini

Autore:Angela Urso - Redazione Battaglie Sociali
Data: 18/02/2017 08:25:57
Sciopero fiscale per abbattere il sistema: il progetto di Luigi Tenderini

Luigi Tenderini, 42enne commerciante di Ceriale, in provincia di Savona, da mesi lavora a un progetto: ribaltare l'attuale sistema politico ed economico, attraverso lo sciopero fiscale a oltranza.


Autore:Petizione del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 28/01/2017 16:11:26
PETIZIONE: Condono fiscale tombale - per sostenere i cittadini

La situazione economica di crisi che dura da anni, abbinata al livello di corruzione e appropriazione dei fondi pubblici da parte della componente politica, impone una riflessione: è il momento di dire BASTA alle vessazione che tutti stiamo subendo.


Autore:Redazione Battaglie Sociali
Data: 02/05/2016 15:18:02
Petizione: NO al TTIP - Patto USA, Canada, Europa

Contrariamente a ciò che viene raccontato, e cioè che la ratifica del trattato porterà giovamento economico - e non solo - alle nazioni coinvolte, questo trattato si abbatterà sui diritti civili delle popolazioni coinvolte.


Autore:Redazione Battaglie Sociali
Data: 22/01/2015 15:15:37
Occupazione abusiva di appartamenti: modificare subito la Legge delega!

 Con la legge delega 67 del 28 aprile scorso all’art. 633, il Governo Renzi ha di fatto DEPENALIZZATO il reato di occupazione abusiva di appartamento.


Autore:Il Direttore e la Redazione
Data: 08/02/2014 18:19:03
Emilia Urso Anfuso: Ergastolo ostativo: NO - per ora - all'abolizione. La Riforma deve essere reale

La proposta di cancellare la pena dell'ergastolo è stata abbracciata da tutte le componenti politiche. Già presentata alla Camera una proposta di iniziativa popolare con richiesta di abolizione dell’ergastolo. Anche Stefano Rodotà Don Luigi Ciotti, sostengono l'iniziativa. ATTENZIONE: In Italia esistono due tipi di ergastolo: Normale e Ostativo. Di seguito le informazioni utili a comprendere di cosa stiamo parlando


Autore:Redazione Battaglie Sociali
Data: 26/11/2013 17:17:27
La nostra Campagna nazionale contro gli abusi nelle Case di Riposo (RSA)

Sempre attivissima la nostra Campagna contro gli abusi nelle case di riposo ideata dal nostro Direttore Emilia Urso Anfuso. Nella puntata del 25 Novembre della trasmissione Quinta Colonna serale, si è parlato proprio della nostra Campagna e un nostro lettore che ha aderito anche alla nostra petizione, ha accettato di essere intervistato dal collega Vittorio Romano di Quinta Colonna: nel video allegato potete seguire l'intervista e alcune scene della trasmissione relative agli abusi nelle RSA


Autore:Redazione
Data: 16/08/2013 08:57:07
Il suicidio di un 14enne. Si tratta di omofobia?

Dovrà essere la procura di Roma, che ha aperto un'inchiesta, a cercare un legame certo tra una scelta estrema compiuta a 14 anni.  E l'eventuale gesto, o insulto o atto di derisione, che potrebbero averla determinata.

 


Autore:Il Direttore, Emilia Urso Anfuso
Data: 09/07/2013 14:07:38
Ludopatia: denunciamo lo Stato per procurata dipendenza da gioco d'azzardo. Ecco comeOggi, dopo le sconcertanti reazioni di molti cittadini ai danni della dipendenza da gioco CREATA DALLO STATO è giunto il momento di MUOVERSI: lo Stato ora deve PAGARE i danni che ha generato in milioni di famiglie, rovinate dalla dipendenza dal gioco di ogni tipologia.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 27/05/2013 18:10:19
Monopolio di Stato e sfruttamento per fini economici delle dipendenze

In questo articolo, vorrei far riflettere su alcune cose e alcuni criterio su cui spesso si fa confusione o su cui pochi riescono a realizzare una riflessione che possa portarli alla libertà di decidere secondo il proprio pensiero.


Autore:La Redazione
Data: 24/04/2013 14:08:55
Campagna contro la parata militare del 2 Giugno: firmate la petizioneLo scorso anno la nostra petizione CONTRO la parata del 2 Giugno e per devolvere il denaro ai terremotati ideata dal nostro Direttore Emilia Urso Anfuso ha raggiunto in pochissime ore migliaia di firmatari qui di seguito trovate il link allla petizione dello scorso anno:
Elenco Pagine
1 | 2
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

LUDOPATIA: denunciamo lo Stato!

Oggi, dopo le sconcertanti reazioni di molti cittadini ai danni della dipendenza da gioco CREATA DALLO STATO e' giunto il momento di MUOVERSI: lo Stato ora deve PAGARE i danni che ha generato in milioni di famiglie.



Data:26/07/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
In Evidenza

EMERGENCY, NESSUNO ESCLUSO
Da Televideo
In breve
Data:26/03/2017 08:23:20
Nessuno escluso:è la campagna di raccolta fondi promossa da Emergency per aprire un centro di orientamento sociosanitario e finanziare due ambulatori mobili a Milano.

Fino al 17 aprile è possibile donare al 45565 tramite sms o chiamate da rete fissa.

Emergency sta già lavorando con un ambulatorio mobile in alcune aree disagiate di Milano.L'esperienza maturata con l'ambulatorio mobile e l'aumento dei bisogniecisa l'associazione hanno confermato la necessità di ampliare il nostro intervento.

Altre informazioni su www.emergency.it

SIRIA,BIMBE SPOSE E BAMBINI SOLDATO
Da Televideo
In breve
Data:26/03/2017 08:23:20
Ferite invisibili, spiega Valerio Neri, Direttore di Save the children Italia, descrive le conseguenze devastanti del conflitto su bambini che, prosegue, sognano di morire per poter andare in Paradiso e avere così un posto dove mangiare e stare al caldo o che sperano di essere colpiti dai cecchini per arrivare in ospedale e scappare dalle città assediate.

Bambini orfani,senza guida, catapultati per sopravvivere nel mondo degli adulti,che racimolano qualcosa nei mercati, si improvvisano venditori ambulanti,oppure,finiscono nei gruppi armati,mentre le bimbe, sempre più spesso,sono obbligate a matrimoni precoci edalcune tentano il suicidio pur di evitare di finire spose a uomini che non vogliono.


Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 24/03/2017 17:04:11
 Alimentare paura e insicurezza: le grandi manovre a Roma

5.000 uomini saranno dislocati nella cosiddetta “Blue zone”, l’area del centro di Roma che comprende piazza Venezia, Ara Coeli, piazza San Marco e Fori Imperiali, su cui non sarà permesso agli aerei di transitare. Blocco al transito di automobili e pedoni; chiusura di tre stazioni della metro; linee bus deviate e divieto del trasporto merci. Vi sembra normale, per una giornata che sì, per carità, a livello europeo ha un discreto valore, ma che a livello di sicurezza era meglio evitare?


articolo presente in Italia -> Attualita
Autore: Fabio Miceli - Redazione Attualita'
Data: 24/03/2017 06:50:57
Bullismo: Telefono Azzurro presenta il Booklet con i CONSIGLI PER I GENITORI

In riferimento alla sola parte emersa del fenomeno Telefono Azzurro ha gestito nel 2016 una media di 1 caso al giorno tramite il team di operatori e psicologi operativi 24 ore su 24 alla linea d’ascolto gratuita 1.96.96 e la chat su azzurro.it, un filo diretto attivo da trent’anni e costantemente al fianco delle vittime di violenze soprusi.

GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - Plurisettimanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax)