Sei nella sezione Chi siamo -> categoria: Chi siamo       
Come eravamo

Autore:Redazione
Data: 26/07/2013 13:40:09
Come eravamo

Come eravamo. Una serie di screen shot di come negli anni è cambiato il nostro sito. Oggi che siamo alla quarta rivisitazione dal punto di vista grafico e funzionale abbiamo cercato di essere il più attenti possibile alle esigenze dei nostri lettori.

 

Elenco Pagine
1
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

LUDOPATIA: denunciamo lo Stato!

Oggi, dopo le sconcertanti reazioni di molti cittadini ai danni della dipendenza da gioco CREATA DALLO STATO e' giunto il momento di MUOVERSI: lo Stato ora deve PAGARE i danni che ha generato in milioni di famiglie.



Data:26/07/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
In Evidenza

GENTILONI: MILANO CANDIDATURA SOLIDA
Da Televideo
In breve
Data:20/11/2017 14:59:54
Parla di beffa il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, dopo l'assegnazione della sede dell'Agenzia europea del Farmaco ad Amsterdam.

Grazie a Milano e grazie a tutti coloro che si sono impegnati per Ema, nelle istituzioni e nel privato.

scrive il premier su Twitter.

Una candidatura (quella di Milano, ndr) solida sconfitta solo da un sorteggio.

Che beffa!, conclude con amarezza Gentiloni.

Per il sottosegretario a Palazzo Chigi, De Vincenti, il sorteggio è la prova che Milano aveva tutti i requisiti.

E il sottosegretario Gozi: Milano forte, resta l'amaro in bocca.


EMA. MARONI SALA: DISPIACIUTI MA AVANTI
Da Televideo
In breve
Data:20/11/2017 14:59:54
E Mi spiace molto.

Eravamo prontissimi.

La sorte non ci ha assistito.

Questo avrebbe dato a Milano un ruolo strategico nelle Scienze della vita.

Così il governatore della Lombardia, Maroni,dopo l'assegnazione di Ema ad Amsterdam.

Tristezza e delusionece il sindaco di Milano, Sala avevamo sperato.

Siamo arrivati a competere con città importanti e continueremo nelle nostre sfide.

Nessun rimpianto, abbiamo fatto tutto il possibile.

Ci è servito per prendere coscienza della nostra forza. Sul sorteggio: Assurdo essere esclusi perchè si pesca da un bussolotto: è il paradigma di un'Ue che non sa decidere Forse è prevalso l'accordo politico.


EMA, MINISTRI DELUSI: MILANO FORTE, BEFFATA
Da Televideo
In breve
Data:20/11/2017 14:59:54
Alla delusione del premier Gentiloni per lo sfortunato sorteggio nella scelta della nuova sede dell'Agenzia europera del Farmaco, si aggiunge quella dei ministri Lorenzin e Alfano.

Milano sconfitta al sorteggio dopo due turni vinti.

Rimane il valore della candidatura su cui l'Italia ha fatto sistema, è il tweet della responsabile della Sanità.

E il ministro degli Esteri, Alfano: Milano tre volte in prima. Beffata solo dal sorteggio.

Grazie a tutti quelli che ci hanno creduto.

E Calenda (Sviluppo economico) definisce stravagante la modalità del sorteggio: un peccato per Milano che comunque diventerà un grande hub europeo.


Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 14/11/2017 06:43:53
Nube radioattiva sull 'Europa: abbiamo il diritto di conoscere la verita'

Viviamo in un sistema strampalato, che non ci informa  a dovere e in tempo utile di tutto ciò che rappresenta un pericolo – “per non diffondere il panico” dicono – ma che ci inonda spesso di informazioni farlocche se si impone alle masse di accettare qualcosa supinamente: il caso delle vaccinazioni obbligatorie è quello maggiormente descrittivo di questo metodo.


Autore: Il Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 11/11/2017 09:30:50
Lo Stato sociale spiegato agli italiani

Nel nostro paese, così come in molte altre nazioni europee o extraeuropee, dall’avvento della crisi economica mondiale, non accade altro che lo sfaldamento distruttivo del fondamento del criterio di democrazia. Quando lo Stato sociale viene a mancare, ecco che si perde del tutto la manifestazione concreta del sistema a regime democratico.

GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - Plurisettimanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax)