Sei nella sezione ComunicAzioni -> categoria: Malainformazione       
Ma il popolo di Silvio sa perche' Berlusconi e' stato condannato?

Autore:La Redazione
Data: 15/08/2013 17:55:33
Ma il popolo di Silvio sa perche' Berlusconi e' stato condannato?

In migliaia al sit-in davanti a palazzo Grazioli, hanno cantato, gridato cori, sventolato bandiere. Sono arrivati da ogni parte d'Italia per stare vicini al loro leader, dopo la sentenza della Cassazione a chiusura del processo Mediaset. Ma loro, i fedelissimi di Berlusconi, lo sanno per quale motivo il loro beniamino è stato condannato dalla Suprema Corte?


Autore:La Redazione
Data: 13/06/2013 20:00:41
Giuliano Ferrara: se questo è un giornalista...

Bersaglio mobile, la trasmissione condotta da Enrico Mentana che questa settimana si occupava di Luigi Bisignani e delle sue rivelazioni pubblicate in un recente libro. A circa metà della trasmissione, è scattata una lite furiosa tra Giuliano Ferrara e il conduttore Mentana: il direttore del TgLa7, interrotto più volte da Ferrara, ha invitato lo stesso a far continuare gli altri, dopo che lo stesso Ferrara, mezz'ora prima, aveva minacciato di andare via se non gli fosse stato permesso di parlare.


Autore:La Redazione
Data: 24/03/2013 18:27:24
Silenzio stampa. Abbiamo deciso di non parlare di...Questa è una testata indipendente. Non amiamo usare termini volgari, non ci piace il giornalismo di propaganda e nemmeno quello che urla. Gradiamo fare analisi e basarci sui fatti. Proponiamo riflessioni, verifichiamo dati, incrociamo documentazioni. I toni diciamo così...Sopra le righe di certi neo politicanti, stanno trascendendo l'etica, la morale, la moderazione, l'educazione.

Autore:Mariasole De Maio - Redazione Attualità
Data: 12/12/2012 17:13:36
Alessandro Sallusti sospeso dall'Ordine dei GiornalistiAbbiamo seguito le vicende legate alla pubblicazione di un articolo considerato diffamante da parte di un magistrato, sul quotidiano "Il Giornale" di cui Alessandro Sallusti è (era) Direttore.Una storia singolare: per la prima volta - e ci auguriamo l'ultima - in Italia si aprono le porte del carcere, o meglio, dei domiciliari e per ben 24 mesi per un girnalista accusato di diffamazione a mezzo stampa.

Autore:Mariasole De Maio - Redazione Cronaca
Data: 30/11/2012 16:36:04
Sallusti: 'Voglio andare in carcere' Video''Rifiuto gli arresti domiciliari'' ha detto nel corso della conferenza stampa convocata dopo la decisione del giudice di Milano. ''Io non mi muovo da qui, non accetto i domiciliari'' e "se mi vengono a prendere per portarmi ai domiciliari, io dopo cinque minuti torno al giornale".

Autore:Mariasole De Maio - Redazione Cronaca
Data: 26/11/2012 13:39:22
Caso Sallusti: confermati gli arresti domiciliari. Sciopero di categoria rinviatoIl Direttore di "Il Giornale" Alessandro Sallusti ha riceuto l'ordine di arresto domiciliare. Lo ha comunicato lui stesso su Twitter. Sallusti ha chiesto di scontare gli eventuali arresti domiciliari nella casa milanese di Daniela Santanche', sua compagna

Autore:Redazione
Data: 27/09/2012 10:45:37
Sallusti: ecco l'articolo per cui è stato incriminato14 mesi di carcere. Con sospensione di 30 giorni perchè Sallusti non è mai stato precedentemente condannato. Il mondo del giornalismo, il mondo politico, ma anche la società civile, sono increduli di fronte ad una sentenza che sta apparendo realisticamente troppo forte rispetto a ciò che in Italia non accade quasi mai: la condanna con carcerazione di chi si macchi di reati peggiori del decidere di pubblicare un articolo denigratorio.

Autore:Luca De Rossi - Redazione Cronaca
Data: 27/03/2012 14:50:36
Emilio Fede: perchè gli altri si e lui no? (...)Che dire? Fra i tanti capitali trasportati all'Estero da imprenditori e politici nostrani, appare quantomeno bizzarro il fatto che, ad Emilio Fede il giochetto sia andato male. Perchè gli altri si e lui no? (...) Perchè poi, nel nostro Paese è possibile scudare i capitali illegalmente trasportati presso banche estere? Perchè? Ecco le dichiarazioni di Emilio Fede sul fattaccio che lo vede coinvolto.

Autore:Mariasole De Maio
Data: 19/03/2012 11:50:19
Rutelli/Annunziata: più che una trasmissione, un ring...Dopo aver pubblicato la prima trasmissione di "Robin" in cui una agguerrita Costamagna si scagliava contro una Mara Carfagna attonita, ecco un'altra "perla" di giornalismo nostrano. La querelle stavolta, vede protagonisti Francesco Rutelli e Maria Annunziata durante la trasmissione "In mezz'ora". Decidete voi se questo è giornalismo...

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 19/02/2012 19:57:50
Festival di Sanremo: come ti aumento lo share a tutti i costi in una Italia drogata di mediaticitàCome si può contrabbandare per comunicazione politco sociale, il sermone di un cantante che, seppur votato in qualche modo ad una sorta di attivismo sociale, è stato è e rimane un cantante? Perchè tutto questo indaffararsi intorno alle dichiarazioni di Celentano all’interno di uno dei contenitori più contestati della televisione degli ultimi 62 anni?
Elenco Pagine
1 | 2
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

LUDOPATIA: denunciamo lo Stato!

Oggi, dopo le sconcertanti reazioni di molti cittadini ai danni della dipendenza da gioco CREATA DALLO STATO e' giunto il momento di MUOVERSI: lo Stato ora deve PAGARE i danni che ha generato in milioni di famiglie.



Data:26/07/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
In Evidenza

UNICEF,DIMEZZATE MORTI BIMBI UNDER
Da Televideo
In breve
Data:19/09/2014 21:33:13
5 Dal 1990 il numero dei bimbi morti sotto i 5 anni è dimezzato (da 12,7mln a 6,3mln);ogni anno sono 2,8mln i neonati che non sopravvivono ai primi 28 giorni e tra questi oltre un milione non arriva al secondo giorno.

Sono dati dell'Unicef nel Rapporto 2014 Committing to child survival: a promise renewed.

Molti decessi potrebbero essere evitati con interventi semplici e a basso costo prima durante e immediatamente dopo la nascita.

Il Rapporto sottolinea che il tasso di sopravvivenza di un bimbo cresce se la madre ha accesso a un'assistenza sanitaria di qualità.La disuguaglianza rimane alta nei paesi sottosviluppati ma il divario,ad eccezione dell'Africa subsahariana,si sta riducendo.

SAVE THE CHILDREN, C'E' MOLTO DA FARE
Da Televideo
In breve
Data:19/09/2014 21:33:13
La Comunità internazionale può essere orgogliosa di quanto è stato realizzato ma c'è ancora molto da fare: così Save the children commenta i dati Unicef relativi al dimezzamento delle morti dei bimbi sotto i 5 anni.

Nonostante i risultati positivintinua l'organizzazionen possiamo essere compiacenti.

Un bambino che nasce nell'Africa subsahariana ha ancora 15 volte più probabilità di morire di uno che vive in un Paese ad alto reddito e quindi occorre intervenire nei Paesi più svantaggiati e fare di più per garantire che ogni madre e ogni figlio possano accedere a servizi sanitari di qualità ed alla nutrizione di cui hanno bisogno per sopravvivere.


FAO,IFAD PAM:CALA LA FAME NEL MONDO
Da Televideo
In breve
Data:19/09/2014 21:33:13
E Diminuisce la fame nel mondo: negli ultimi 10 anni si è passati da un miliardo a 805 milioni, un numero che resta inaccettabilmente alto,denunciano Fao, Pam e Ifad nel Rapporto sull'insicurezza alimentare nel mondo,che richiede un rinnovato impegno politicoche si trasformi in azioni concrete.

Secondo il Rapporto gli Obiettivi del Millennio che puntavano a dimezzare il numero di persone che soffrono la fame sono a portata di mano; dei 136 Paesi in via di sviluppo monitorati dalla Fao 63 hanno raggiunto l'obiettivo, altri 6 ci riusciranno entro il 2015.In controtendenza l'Africa;nell'Africa Subsahariana si è passati da 176 mln dei primi anni 90 agli attuali 214milioni.


Autore: Il DIrettore: Emilia Urso Anfuso
Data: 04/09/2014 15:48:39
Storie di ordinario regime dittatoriale

Parliamoci chiaro: indicatemi un solo governo che non abbia operato grandi tagli ai servizi o aumento delle tasse e delle imposte senza invece mettere in atto progetti utili davvero alla ripresa economica?


Autore: Il DIrettore: Emilia Urso Anfuso
Data: 22/08/2014 15:52:38
Dal femminicidio al bimbicidio: quando la rabbia travalica l 'amore

Qualunque sia la molla che faccia scattare l’impeto omicida a me sembra che l’umanità sia impazzita del tutto. E’ vero, la crisi è soffocante, la precarietà economica e sentimentale sono due fattori che gettano in crisi gli esseri umani, ma giungere all’uccisione è a mio avviso un estremo tentativo di palesare un potere, l’ultimo: quello di decidere della morte dei propri cari e semmai, di se stresso.

GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - Plurisettimanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax)