Sei nella sezione Italia -> categoria: Cronaca       
Roma: centro storico a rischio manifestazioni

Autore:Teresa.Corrado
Data: 19/04/2014 10:35:51
Roma: centro storico a rischio manifestazioni

Saremo costretti a proibire le manifestazioni al centro di Roma, sono le parole del Ministro dell'Interno Angelino Alfano, rilasciate in conferenza stampa nella sede del Ncd. Cosi' il ministro torna sulla vicenda manifestazioni di Roma, in particolare su quella avvenuta sabato 12 aprile dove gli antagonisti hanno lanciato oggetti alle forze dell'ordine, qualche bomba carta e sono stati caricati per le vie della centralissima piazza Barberini e via Veneto, oltre a via del Tritone.


Autore:Il Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 18/04/2014 18:12:51
Vito Roberto Palazzolo al 41 Bis

 Vito Roberto Palazzolo, il finanziere di Terrasini è stato ritenuto il tesoriere dei boss Riina e Provenzano è  stato trasferito al 41 bis, la massima pena del carcere duro come previsto per i mafiosi più pericolosi in assoluto: Vito Roberto Palazzolo è uno di essi.


Autore:Redazione Cronaca - Ministero della Difesa
Data: 15/04/2014 21:54:32
 Mare Nostrum: soccorsi due natanti a sud di Lampedusa In salvo 257 migranti

Sono terminati ieri sera due interventi di soccorso da parte dei mezzi aeronavali impegnati nel dispositivo “Mare Nostrum” a sud di Lampedusa con i quali sono stati tratti in salvo 257 migranti


Autore:Teresa.Corrado
Data: 13/04/2014 11:25:32
Roma: scontri al corteo degli antagonisti

Il centro di Roma e' stato protagonista di scontri tra manifestanti e forze dell'ordine. Non piu' black-bloc, con felpe nere, ma blu-bloc. La parte piu' violenta degli antagonisti appare a via Veneto, quando compaiono all'improvviso i k-way azzurri, indossati sopra le classiche divise nere ed e' subito scontro. Al termine si conteranno 15 feriti, tra cui uno grave, un manifestante di 47 anni, peruviano che si e' visto amputare la mano da un petardo che gli e' esploso in mano.


Autore:Teresa.Corrado
Data: 12/04/2014 15:03:58
Arrestato Dell'Utri, era in un lussuoso albergo a Beirut

Nonostante le assicurazioni che Marcello Dell'Utri non fosse in Libano, questa notte l'ex senatore siciliano e' stato arrestato proprio in un lussuoso albergo di Beirut e l'Italia ne chieder� l'estradizione quanto prima. La polizia libanese ha lavorato in sinergia con quella italiana e ha arrestato Dell'Utri in ottemperanza al mandato internazionale fatto scattare dalla polizia italiana che cercava l'ex senatore ormai dalla seconda met� di marzo.


Autore:Teresa.Corrado
Data: 11/04/2014 14:46:29
Marcello Dell'Utri latitante

Marcello Dell'Utri, l'ex senatore, accusato di concorso in associazione mafiosa, e' fuggito dall'Italia. A dare la notizia dell'impossibilita' di rintracciare l'uomo, l'Ansa.


Autore:Teresa.Corrado
Data: 11/04/2014 14:00:59
Manifestazioni a Roma il 12 aprile

Sabato caldo, quello che si prospetta per Roma. Il 12 aprile, infatti, e' prevista una manifestazione dei movimenti antagonisti che prevedono l'arrivo di circa 20 mila manifestanti che sfileranno per le vie della citta'.


Autore:Teresa.Corrado
Data: 09/04/2014 00:44:26
Molfetta: le morti bianche

Tragedia a Molfetta, nel barese, dove sono morti due operai e uno e' ricoverato in gravissime condizioni in ospedale. A morire sono padre e figlio che lavoravano nello stesso stabilimento.


Autore:Teresa.Corrado
Data: 01/04/2014 16:30:54
Stazzi: Ergastolo per 'l'angelo della morte'

Angelo Stazzi, soprannominato 'l'Angelo della morte' e' stato condannato all'ergastolo. A leggere la sentenza i giudici della Corte d'Assise di Roma, che hanno accolto la richiesta del pubblico ministero, della procura di Tivoli, Gabriella Fazi.


Autore:Nostro inviato Sinue Valle - Redazione Cultura
Data: 30/03/2014 20:19:42
Galline: vuoi imparare ad allevarle? Ecco il corso giusto!

Il 4 e 5 aprile presso l'agriturismo VerdeGioia di Arenzano tutto quello che dovete sapere sulle galline.

Elenco Pagine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cosìè uno Stato sdenza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz


Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

LUDOPATIA: denunciamo lo Stato!

Oggi, dopo le sconcertanti reazioni di molti cittadini ai danni della dipendenza da gioco CREATA DALLO STATO e' giunto il momento di MUOVERSI: lo Stato ora deve PAGARE i danni che ha generato in milioni di famiglie.



Data:26/07/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
In Evidenza

STAMINA,ANCHE S.MARINO INDAGA VANNONI I
Da Televideo
In breve
Data:24/04/2014 00:50:13
Davide Vannoni, l'ideatore del metodo Stamina, è indagato a San Marino per truffa e somministrazione di farmaci nocivi, insieme a un anestesista.

fatti contestati risalgono al 2007.

La magistratura sanmarinese ha richiesto con rogatoria gli esiti delle indagini a Torino e potrebbe decidere d'interrogare Vannoni,secondo quanto scrive il Resto del Carlino.

Nel gennaio scorso, la Sanità sanmarinese aveva presentato un esposto,chiedendo d'individuare chi avesse autorizzato le pratiche di Vannoni a San Marino.


STAMINA,LORENZIN:SERVE INTERVENTO LEGISLATIVO
Da Televideo
In breve
Data:24/04/2014 00:50:14
Un intervento legislativo che vieti le infusioni Stamina lo può fare solo il Parlamento.

Così in un'intervista alla Stampa,il Ministro per la Salute,Lorenzin,dopo la chiusura dell'inchiesta sul metodo stamina con 20 indagati.

Finora siamo stati costretti ad andare avanti dai Tar e dai giudici del lavoro che hanno accolto le richieste di famiglie disperate, ha detto.

Lorenzin parla di falle nel sistema e del bisogno didefinire regole più trasparenti e centralizzare maggiormente le decisioni.

Istituzioni scientifiche come Aifa o Istituto superiore di sanità devono essere più trasparenti e imparare a comunicare le loro decisioni.

LUPI:OMICIDIO STRADALE LIBRETTO UNICO
Da Televideo
In breve
Data:24/04/2014 00:50:14
E Un solo documento per libretto di circolazione e certificato di proprietà: Lo ha annunciato il ministro Lupi, nel videoforum di Repubblica.it.

Questa duplicazione è inaccettabile, ha detto Lupi, garantendo che essa verrà superata, andando così a diminuire quello che i cittadini devono pagare.

Sempre parlando di auto, intervistato dal periodico Quattroruote, Lupi ha detto che bisogna introdurre il reato di omicidio stradale, ma in maniera equilibrata e seria.


Autore: Il DIrettore: Emilia Urso Anfuso
Data: 28/02/2014 14:31:26

Sono prima di tutto una cittadina, figlia e moglie (senza figli) e poi, solo poi, una giornalista investigativa che si occupa da anni dei sistemi lobbistici internazionali ma anche dei sistemi di corruzione in ambito sanitario. Quell’ambito Matteo, dove se alberga la corruzione si sta solo sostenendo a forza questa formula ormai palese: “Uccidiamo la gente per denaro coperti dal Sistema sanitario Nazionale


Autore: Un lettore di nome Stefano
Data: 19/02/2014 20:30:40

Quindi dopo essermi informato via internet cercai di fare chiarezza e di parlarne con il mio medico specialista. Purtroppo il dottore si dimostrò reticente all’argomento e ciò che è peggio disinformato, comunque mi promise di fare ricerche. A quel punto venni dimesso, al cortisone venne aggiunta una terapia a base di interferone. 

GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - Plurisettimanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax)