Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Politica Italiana  
Renzi: 'Resto nel partito'

Renzi: 'Resto nel partito'
Autore: Redazione Politica
Data: 12/03/2018 06:22:31

Ecco le dichiarazioni di Matteo Renzi, rilasciate durante un'intervista a Il Corriere:

"Sono stati 4 anni difficili ma belli. Abbiamo fatto uscire l'Italia dalla crisi. Quando finira' la campagna di odio tanti riconosceranno i risultati. Ma la sconfitta impone di voltare pagina. Tocca ad altri. Io daro' una mano: noi non siamo quelli che non scendono dal carro, semplicemente perche' il carro lo hanno sempre spinto".

"Siamo passati da milioni di voti del referendum ai 6 milioni di domenica scorsa. Abbiamo dimezzato i voti assoluti rispetto a quindici mesi fa. Allora eravamo chiari nella proposta e nelle idee. Stavolta e mi prendo la responsabilita' la linea era confusa, ne' carne ne' pesce: cosi' prudenti e moderati da sembrare timidi e rinunciatari. Dopo un dibattito interno logorante, alcuni nostri candidati non hanno neanche proposto il voto sul simbolo del Pd, ma solo sulla loro persona".

Se si fosse votato a maggio forse sarebbe andata diversamente, spiega Renzi. "Sarebbe cambiata l'agenda politica. L'agenda sarebbe stata l'Europa, non altro. Come e' stato per Macron o per Merkel. E prima ancora come e' stato in Olanda per Rune. Sull'Europa non avrebbero vinto le forze sovraniste. Ma poiche' avevo visto per tempo questo rischio e l'ho illustrato piu' volte invano, mi sento io il responsabile delle mancate elezioni anticipate. Nessuna polemica con nessuno". 

"Le mie dimissioni non sono un fake- ha proseguito Renzi - . Ho seguito le indicazioni dello Statuto e dunque sul nuovo segretario decidera' l'assemblea. Rispetteremo la volonta' di quel consesso. Sui nomi non mi esprimo; anche perche' sono tutte persone con cui ho lavorato per anni". Chi fara' le consultazioni? "Il Pd ha sempre mandato al Quirinale i due capigruppo, il presidente e il reggente. Non vedo motivi per cambiare delegazione".

Dopo la sconfitta alle elezioni dello scorso 4 marzo e le conseguenti dimissioni di Matteo Renzi da segretario del Partito Democratico, i dem sono chiamati a decidere il percorso che li portera' ad esprimere il nuovo leader. Un percorso codificato dallo statuto del partito, che ne parla al Capo II, "Formazione dell'indirizzo politico, composizione, modalita' di elezione e funzioni degli organismi dirigenti nazionali", articolo 3, "Segretario o Segreteria Nazionale".


L'articolo ha ricevuto 576 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 25/06/2018 02:09:10

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

LUDOPATIA: denunciamo lo Stato!

Oggi, dopo le sconcertanti reazioni di molti cittadini ai danni della dipendenza da gioco CREATA DALLO STATO e' giunto il momento di MUOVERSI: lo Stato ora deve PAGARE i danni che ha generato in milioni di famiglie.



Data:26/07/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Politica Italiana

Autore: Redazione Politica
Data: 25/06/2018 13:21:18
Migranti: la protezione dei minori sia al centro delle politiche europee sulla migrazione

A poche ore dall’incontro preparatorio di oggi in vista del Consiglio Europeo su asilo e migrazione che si terrà la settimana prossima, Save the Children esprime la propria profonda preoccupazione per la gestione della crisi migratoria, che vede al momento due imbarcazioni con a bordo donne e bambini “sospesi” in mare in attesa di istruzioni.

Leggi l'articolo

Autore: Marianna La Barbera - Redazione Politica
Data: 23/06/2018 06:17:18
Buoni pasto: la UILPA chiede chiarezza

Sulla vicenda dei criteri di attribuzione dei buoni pasto a beneficio del personale della Polizia Penitenzaria si registra l’intervento di Armando Algozzino, segretario nazionale della Uil Pubblica Amministrazione Penitenziari con delega al D.G.M.C., il Dipartimento della Giustizia Minorile e di Comunità.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Politica
Data: 21/06/2018 06:19:50
Lotta alla droga: Salvini vuole dare una stretta al consumo nelle discoteche

Matteo Salvini intende organizzare un incontro con i "gestori dei locali da ballo" per affrontare il problema della diffusione della droga tra i ragazzi.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Politica
Data: 19/06/2018 06:58:26
Caso rider, Fipe: 'Coniugare diritti e sostenibilità del servizio'

“I diritti di chi lavora - prosegue Stoppani – vanno garantiti, in particolare quando si tratta di giovani per i quali l’ingresso nel mondo del lavoro è sempre più difficile. Tuttavia, dobbiamo tutti riflettere sul fatto che se i servizi prevedono oneri modesti a carico dei consumatori a copertura dei costi, è difficile far quadrare i conti senza generare effetti negativi che si scaricano su ogni soggetto della filiera”.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - Plurisettimanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -786