Sei nella sezione Battaglie Sociali   -> Categoria:  Diversamente Abili  
Italia: emergenza disabili non autosufficienti

Italia: emergenza disabili non autosufficienti
Autore: Fabio Miceli - Redazione Battaglie Sociali
Data: 18/05/2017 06:14:57

SONO 3 MLN, MA IL CAREGIVER NON E’ SOSTENIBILE, INDISPENSABILE ASSICURAZIONE COME IN GERMANIA


Lorenzin: “Urgenti risorse aggiuntive”
Boldrini: “Condizione dolorosa e diffusa”

Predisporre anche in Italia, come in Germania, un sistema di assicurazione per i quasi tre milioni di persone - disabili gravi, malati di Alzheimer, “grandi vecchi” – che vivono in condizioni di non autosufficienza: questa la richiesta conclusiva del seminario “Dalla non autosufficienza alla vita indipendente” tenutosi oggi a Roma per iniziativa della Associazione Luca Coscioni.

La Pflegeversicherung – in vigore in Germania – fin dal 1995 - è un’assicurazione obbligatoria finanziata con il metodo contributivo, che interviene in caso di un grave bisogno, protratto nel tempo, di cura e assistenza, oltre che di aiuto nella conduzione domestica.

Destinatari della proposta il Parlamento, il governo e i partiti che, in vista delle elezioni politiche ormai non lontane dovrebbero esaminare a fondo questa tematica e presentare precisi programmi di intervento, quantificando la risorse necessarie e indicando i mezzi di copertura finanziaria. Copertura della spesa relativa recuperando parte dei 150 miliardi di evasione fiscale.

Medici, psichiatri, parlamentari, alti dirigenti di enti pubblici (INPS, AGENAS, Istat, Istituto Superiore Sanità) e il Segretario della Associazione Coscioni Filomena Gallo  hanno posto in evidenza,  dopo aver ascoltato le testimonianze di due malati,   le gravi difficoltà esistenziali ed economiche dei caregiver – almeno tre milioni di congiunti  – lasciati soli a gestire per anni situazioni penose e gravi.

Una situazione che - in mancanza di importanti risorse dedicate – si aggraverà rapidamente per l’invecchiamento della popolazione: in Italia i “centenari”, che oggi sono 17mila, nel 2050 saranno 150mila.

A conclusione del seminario, il Ministro Lorenzin ha sottolineato la necessità di risorse aggiuntive -  per affiancare quanto già previsto nei nuovi LEA e nel piano nazionale per la cronicità -  e di politiche di prevenzione delle malattie mentali.

“Iniziative come la vostra – ha aggiunto invece la Presidente della Camera Laura Boldini - sono rilevanti proprio perché pongono all’attenzione della collettività una condizione dolorosa e diffusa, che troppo spesso rimane invece confinata tra le mura domestiche”.


L'articolo ha ricevuto 640 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 23/10/2017 09:39:08

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

LUDOPATIA: denunciamo lo Stato!

Oggi, dopo le sconcertanti reazioni di molti cittadini ai danni della dipendenza da gioco CREATA DALLO STATO e' giunto il momento di MUOVERSI: lo Stato ora deve PAGARE i danni che ha generato in milioni di famiglie.



Data:26/07/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Diversamente Abili

Autore: Fabio Miceli - Redazione Battaglie Sociali
Data: 20/09/2017 06:24:38
Milano, caso Ferrari: 'Indignarsi e poi affrontare il tema: migliaia di citta' sono illegali'

L'episodio di Milano - se confermato - sarebbe soltanto l'ultimo di una lunga serie di atti di intolleranza (verbale, ma a volte anche fisica) nei confronti delle persone con disabilità. 

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Battaglie Sociali
Data: 21/07/2017 07:29:21
Riconoscimento della Lingua Dei Segni: manca poco all 'approvazione della Legge in Senato

“La legge sul riconoscimento della lingua italiana dei segni e sull’abbattimento delle barriere comunicative sarà approvata al Senato entro due settimane”.

Leggi l'articolo

Autore: Fabio Miceli - Redazione Battaglie Sociali
Data: 18/05/2017 06:14:57
Italia: emergenza disabili non autosufficienti

Predisporre anche in Italia, come in Germania, un sistema di assicurazione per i quasi tre milioni di persone - disabili gravi, malati di Alzheimer, “grandi vecchi” – che vivono in condizioni di non autosufficienza: questa la richiesta conclusiva del seminario “Dalla non autosufficienza alla vita indipendente” tenutosi oggi a Roma per iniziativa della Associazione Luca Coscioni.

Leggi l'articolo

Autore: Maria Sole De Maio - Redazione Battaglie Sociali
Data: 14/08/2013 19:00:13
Il Nuovo ISEE potrebbe essere un boomerang

  Come si legge in una nota del Coordinamento Nazionale Famiglie di Disabili Gravi e Gravissimi, organizzazione che sta diffondendo le notizie sulla manifestazione, «la disabilità è uno dei contesti che verrà maggiormente colpito dall’applicazione del nuovo ISEE e da qui è partita la decisione di organizzare la protesta, nonostante la calura e le difficoltà inerenti la particolare condizione delle persone coinvolte, allo scopo di evitare un “colpo di mano estivo” da parte del Governo su tale materia».

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - Plurisettimanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax)